Vavà, un capitano adirato: "A Salerno metteremo tutta la rabbia che la sconfitta ha provocato"

La prima cosa che viene da chiedere a Valdir De Lima è che caspita è successo allo Sporting Sala Consilina martedì ad Aversa? Vedere la prima della classe, avanti di due gol nel primo tempo, rimediare un passivo di 6-1 in venti minuti ma soprattutto senza riuscire a rispondere ai colpi dell’AP ha lasciato a dir poco sbigottiti. Come si spiega quella prestazione capitan Vavà?


“Abbiamo giocato un buon primo tempo anche se non siamo riusciti a sfruttare la superiorità del ‘4vs3’ per allungare ancora di più il risultato. Poi nel secondo non siamo stati in grado di gestire quanto avevamo costruito, loro hanno meritato di andare avanti sfruttando la superiorità numerica. Abbiamo segnato il 3-4 e abbiamo di nuovo riaperto la partita, però abbiamo sbagliato tante occasione per il gol del pareggio e a quattro minuti dalla fine abbiamo giocato la carta del portiere di movimento che non è andata a buon fine”.


- C’è da credere che a Salerno entrerà in campo un altro Sporting: sei ottimista riguardo una immediata risposta al ko con l'AP?


“Non c’è tempo per lamentarsi, perché per fortuna sabato ci aspetta un’altra grande sfida, il derby contro l’Alma Salerno. Un’altra partita importante in cui daremo tutto per cancellare quello che è successo martedì ad Aversa e per rimetterci sulla strada della vittoria. Sono ottimista, riusciremo a metterci tutta quella rabbia che questa sconfitta ha portato”.


- Una valutazione su Dillien: tutti si aspettano che si sblocchi subito e regali i gol che ha dimostrato di saper fare in Belgio, come stai vedendo questo ragazzo, da capitano, in campo?


“Dillien è un’ottimo giocatore, con grande personalità, di grande tecnica individuale ed esperienza internazionale. Anche se non ha segnato ancora, lui si è inserito benissimo nel nostro gruppo e sono sicuro che ci darà una grossa mano”.