Vavà, cuor di capitano: in campo a Benevento. ''Questa sfida va affrontata come fosse una finale''

Dunque, meno di ventiquattro ore alla partita che può valere tutta una stagione. Lo Sporting Sala Consilina è pronto per dare l’assalto ai tre punti che possono decidere la volata alla promozione in A2, clamorosamente rimessa in discussione proprio dal 2-1 con cui all’andata il Benevento passò all’ultimo respiro al PalaCappuccini. Inutile negarlo: in vista della madre di tutte le sfide, dire che le motivazioni vengono da sole è un puro eufemismo. 


Morgade out per squalifica, ma la bella notizia arriva da Vavà, che sarà regolarmente ai blocchi. Foletto ha potuto tirare un grande sospiro di sollievo e il capitano potrà ritrovare spazio nei dodici a referto. Ma come ha visto la squadra in questi giorni? A quale livello è la fiducia in prossimità della sfida più attesa dell’anno? 


“Abbiamo trascorso una settimana di allenamento perfetta, nella quale abbiamo preparato al meglio questa decisiva partita, che dobbiamo affrontare come abbiamo fatto contro l’AP”.


AP travolto da uno Sporting perfetto nella prima frazione di gara, in cui i casertani sono stati annientati nella maniera che gli uomini di Foletto avevano abituato. Ma domani si giocherà a Benevento: quanto peserà il fatto di dover giocare questa partitissima fuori casa?


“Quello di Benevento è un campo molto difficile, però siamo consapevoli della nostra forza ed il fattore casa conta poco in questo momento perché stiamo attraversando ancora un brutto periodo legato alla pandemia”. 


Tutti tengono a memoria come si sviluppò la gara dell'andata, ma anche quale prestazione lo Sporting offrì nel secondo tempo: sarà una base di partenza per affrontare con maggior convinzione la gara di Benevento? Sporting che inoltre avrà due risultati su tre a disposizione: secondo Vavà quanto peserà questo aspetto nella gestione della partita?


“Anche all’andata avevamo due risultati utili e abbiamo sbagliato. Non dobbiamo pensare a questo ma solamente a fare ciò su cui ci siamo allenati in settimana. Ricordando soprattutto che questa è una partita che deve essere affrontata come una finale”.