breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

19/02/2021 11:20

#CoppaItalia: L84, Olimpus, Napoli e Polistena qualificate. Che bagarre nel girone A! La situazione

I recuperi del campionato di A2, in programma martedì 23 e mercoledì 24 febbraio, potrebbero essere decisivi per chiudere il quadro delle otto partecipanti alle Final Eight della Coppa Italia di categoria.

Rapidamente possiamo dire che sono già qualificate L84, Olimpus, Napoli e Polistena. Nel girone A e nel girone B una vittoria di Atletico Nervesa e Leonardo qualificherebbe entrambe, mentre nel girone C resterà fuori una tra Cus Molise, Manfredonia e Cobà.

Andiamo con ordine, girone per girone.  

GIRONE A – E’ il girone più complicato da decifrare visto il cospicuo numero di partire da recuperare e che pertanto lascia ancora aperti i giochi dal punto di vista aritmetico.

In vetta c’è la L84, già qualificata e certa del primo posto dato che ha vinto lo scontro diretto col Nervesa, attualmente secondo a 19 punti: vincere contro il Milano mercoledì 24 febbraio, garantirebbe ad Almeao e soci la qualificazione.

Al terzo posto, e fuori dai giochi, i Saints Pagnano che hanno già consegnato agli archivi le undici giornate previste nel girone di andata. Al quarto posto troviamo il Città di Massa (16 punti) che deve superare il Prato nell’unico recupero rimasto e poi sperare di agguantare al secondo posto il Nervesa con il vantaggio dello scontro diretto (6-2 in terra apuana). Questo avverrà solo se il Nervesa perde il recupero col Milano.

Abbiamo parlato in precedenza di Arzignano e Milano, entrambe sono in lotta per le Final Eight. Il quintetto veneto oltre che con la L84 deve giocare pure con il Bubi Merano. Con 15 punti e due gare da recuperare ha ancora qualche chance di raggiungere almeno il secondo posto, sempre a patto che l’Atletico Nervesa non faccia bottino pieno contro i meneghini (pareggio o sconfitta ndr).

A proposito del Milano, sono tre le partite da recuperare per gli uomini di Sau (oltre Nervesa ci sono anche Bubi e Prato) e in caso di vittoria in tutte quante, c’è la possibilità di raggiungere le Final Eight.

Nonostante si trovi al penultimo posto, il Bubi Merano (con otto punti) ha ben quattro gare in meno e potrebbe (sempre a patto che il Nervesa perda o pareggi col Milano) risalire la china e portarsi al secondo posto, anche in questo caso vincendole tutte (o pareggiandone al massimo una) contro Milano, Prato, Arzignano e Città di Mestre.

Se il Nervesa pareggiasse contro il Milano, i lombardi sarebbero tagliati fuori dai giochi e si potrebbe verificare un caso di arrivo a pari punti con il Bubi Merano, a patto che i giallorossi le vincano tutte raggiungendo così quota 20. In questo caso, arrivando a pari punti entrambe, e con il pareggio ottenuto nello scontro diretto (4-4), si dovrà valutare la differenza reti. Nervesa che in caso di pareggio rimarrebbe nella stessa situazione attuale (+5), Bubi che vincendo migliorerebbe di certo il suo -1, ma bisogna capire con quale punteggio e quale sarà pertanto la differenza reti finale, nell’ipotesi di arrivo a pari punti con i trevigiani.  

GIRONE B – Solo l’Olimpus è già certo della qualificazione, insieme ai capitolini dovrebbe qualificarsi una tra Ciampino Anni Nuovi, Leonardo e 360 GG. Ciampino che non può migliorare ulteriormente la sua classifica, avendo concluso la fase ascendente a quota 22 punti, gli stessi della Leonardo attualmente al terzo posto, ma con una gara ancora da recuperare e, in caso di vittoria contro la Roma (martedì 23 febbraio) Tidu e compagni brinderebbero alle Final Eight tagliando fuori dai giochi i “cugini” della 360 GG (17 punti) ai quali non basterebbe vincere i recuperi contro Active Network e Mirafin.  

Il Ciampino si qualifica come secondo se la Leonardo perde il recupero con la Roma, ma a costo che la 360GG non vinca le restanti gare da giocare con le due laziali. In questo caso il Ciampino farebbe valere la vittoria nello scontro diretto con i cagliaritani. Se la Leo pareggia con la Roma e la 360GG fa il pieno nei suoi recuperi, si qualifica la squadra di Petruso per la vittoria ottenuta nel confronto diretto (3-3 il risultato del campo, 6-0 a tavolino confermato dal giudice sportivo come il comunicato n.479 del 15 gennaio scorso).

GIRONE C – In lotta tre squadre per due posti. Attualmente il Cus Molise è primo a 21 punti, ma non deve disputare alcun recupero e rischia di essere sorpassato da una (o tutte due) tra Manfredonia (20 punti) e Cobà (16) che devono invece recuperare, rispettivamente, una e tre gare tra cui lo scontro diretto in casa dei sipontini. I marchigiani devono inoltre affrontare Capurso (in trasferta) ed Ortona (in casa) e vincere tutte e tre le gare sarebbe garanzia di qualificazione peraltro al primo posto (col Cus Molise secondo).

Lo scontro diretto interessa ovviamente anche il Cus Molise: una vittoria del Manfredonia sul Cobà comporterebbe il sorpasso in classifica. In questo caso la squadra di Sanginario deve sperare che il Cobà faccia al massimo quattro punti tra Capurso ed Ortona per ottenere la qualificazione al secondo posto. In caso contrario (due vittorie del Cobà contro Capurso e Ortona) Sharks primi in classifica e qualificati insieme al Manfredonia secondo (in virtù dello scontro diretto sul Cus Molise che così non si qualificherebbe). 

Al contempo, in caso di pareggio del Manfredonia nello scontro diretto con il Cobà, si potrebbe figurare una situazione di arrivo a pari punti tra pugliesi e molisani, con gli uomini di Monsignori vittoriosi nello scontro diretto (e che quindi chiuderebbero primi in classifica qualora il Cobà perda gli altri due recuperi). Nella stessa situazione (pareggio tra Manfredonia e Cobà) i marchigiani devono poi vincere per forza entrambe le sfide in programma, qualificandosi così al primo posto, mentre il Manfredonia passerebbe come secondo (scontro diretto sul Cus Molise). 

Nel caso in cui Manfredonia-Cobà finisse in parità, ed il Cobà totalizzasse quattro punti tra Capurso ed Ortona, si arriverebbe ad una situazione di tre squadre tutte a 21 punti. In questo caso il Cobà sarebbe tagliato fuori per la classifica avulsa (4 punti Manfredonia, 3 Cus Molise, 1 Cobà). Nel caso in cui Manfredonia-Cobà finisse pari, ed il Cobà perdesse entrambe le gare con Capurso ed Ortona, a qualificarsi sarebbero Manfredonio prima e Cus Molise secondo entrambe a quota 21 ed in virtù dello scontro diretto.

GIRONE D – E’ l’unico girone in cui i giochi sono già fatti: ufficialmente qualificate Napoli e Polistena.