La Domus Bresso subito sotto esame. Dei Cas: ''Attenzione al Videoton, ma pensiamo ai tre punti''

Oggi si inizia. La campanella della Serie B suona nel primo pomeriggio, alle 15, anche per la Domus Bresso, che entra nell’arena di Burago di Molgora per affrontare subito un derby insidioso contro un Videoton che nella passata stagione è stato probabilmente la rivelazione del campionato. Con quali aspettative si scende in campo? Il neo direttore sportivo Matteo Dei Cas traccia un quadro d’insieme a poche ore dallo start, parlando anche di come ha visto la squadra in questi ultimi giorni sia dal punto di vista atletico che mentale.


“L'esordio non sarà una partita semplice, il Videoton è un'ottima squadra e nonostante alcune partenze estive rimane comunque un avversario ostico e allenato molto bene da mister De Ieso. Dal canto nostro scenderemo in campo con la volontà di vincere la partita e portare subito a casa i tre punti. La squadra in questi 35 giorni di preparazione si è allenata molto bene ed è stata brava ad adattarsi alle nuove situazioni di gioco che mister Santini ha spiegato, anche dal punto di vista fisico il nostro preparatore atletico Denis Nivuori ha preteso molto dai ragazzi ma i risultati si sono visti sia in termine di atletismo che di ritmo partita”.


- Una tua valutazione da direttore sportivo di questa Domus, dove la collochi in una ipotetica scala dei valori sapendo però che c'è un girone tutto da scoprire?


“E' sempre difficile fare pronostici su dove una squadra possa arrivare ancor prima che il campionato abbia inizio. Di sicuro gli acquisti più importanti sono state le riconferme di quasi tutto il roster della scorsa stagione, che ha ben figurato in campionato arrivando ad occupare la quinta piazza nella classifica finale. Come detto, non so dove collocare la squadra, ci sono tante formazioni ben attrezzate in primis l'Orange e tutte le astigiane, ma anche la MGM 2000, che a detta di tutti ha fatto una campagna acquisti economicamente molto dispendiosa e quindi ha il dovere di stare nelle posizioni alte della classifica. Sicuramente anche noi, sulla carta, abbiamo una rosa molto competitiva: per far si che la stagione sia positiva bisogna migliorare il risultato ottenuto lo scorso anno”.


- “Prima” al completo? 


“Si, siamo al completo, alcuni giocatori hanno risentito maggiormente della preparazione ed altri stanno recuperando da qualche acciacco, ma nonostante ciò possiamo schierare la miglior formazione a nostra disposizione: abbiamo tutti una grandissima voglia di tornare in campo e confrontarci con le altre squadre”.