Domus Bresso, una partenza eccellente. Si separano le strade con Dragone: “Questo non è un addio...”

La Domus Bresso e Andy Dragone comunicano che, dal primo luglio, le loro strade sportive si divideranno.

È lo stesso laterale a spiegare le motivazioni della scelta di non rinnovare con il sodalizio lombardo. Per lui potrebbero tornare ad aprirsi le porte della L84, la società che lo ha lanciato nell'orbita nazionale e che potrebbe richiamarlo in vista dello storico sbarco in Serie A.

“È stata una scelta durissima, combattuta, ma dettata dalla volontà di avvicinarmi a casa visto che da poco sono diventato papà. Sono stati due anni bellissimi in Domus, dove ho potuto conoscere dal suo interno più intimo una società storica in Lombardia, fatta di persone vere dentro e fuori dal campo. Abbiamo raggiunto, per due volte, le prime cinque posizioni anche se la stagione appena conclusa è stata un po’ al di sotto delle aspettative”.

Il bomber conclude.

“Voglio ringraziare tutti per quello che hanno dato a me e alla mia famiglia. I legami personali che si sono creati andranno ben oltre il lato sportivo. Di sicuro questo è un arrivederci, non un addio”.

 

Ufficio Stampa Domus Bresso