Domus Bresso, Surace mette nel mirino il derby contro Milano: "Ottima squadra, sarà una battaglia"

Sabato 28 gennaio secondo derby lombardo di fila per la Domus Bresso che, dopo il pareggio 5-5 contro i Saints Pagnano, è salito a 14 punti in classifica e affronta nella quinta di ritorno la trasferta al Pala Seven Infinity di Gorgonzola sul campo del Milano (22 punti in classifica).


-Come è stata la gara con i Saints? Punto guadagnato o si poteva vincere?
“Partita molto bella, con ritmo alto e difese aggressive – è il pensiero del capitano dei bressesi Giuseppe Surace - come è giusto che sia un derby. Nella prima frazione avremmo meritato molto di più perché abbiamo sprecato veramente tanto e complice qualche decisione della terna arbitrale che non ci ha trovato d’accordo, ci siamo trovati sotto 2-3. Poi nel secondo tempo loro hanno trovato una ripartenza che li ha fatti andare sul doppio vantaggio, ma noi abbiamo continuato a macinare gioco e creare occasioni, pareggiando. Poi loro sono andati nuovamente in vantaggio ma a 15 secondi dalla fine hanno commesso il sesto fallo e ho poi realizzato il gol del pari.”


-Cosa è migliorato rispetto alla gara contro Città di Mestre?
“Soprattutto maggiore attenzione sulla fase difensiva. Poi abbiamo sfruttato meglio le palle inattive rispetto alla gara contro il Città di Mestre, squadra di valore assoluto.”


-Sei soddisfatto della tua stagione?
“Sono spesso additato come uno che “rompe” e sta addosso ai compagni perchè vuole sempre il massimo. Quindi non posso esser soddisfatto, ma devo sempre cercare di lavorare al massimo per essere sempre a disposizione per la squadra.”


-E della stagione della squadra?
“Sotto il profilo del gioco possiamo essere soddisfatti, ma dei risultati no, perché qualche punto in più ci avrebbe fatto lavorare con più serenità durante le settimane precedenti.”


-Come vedi il prossimo derby col Milano?
“Loro sono un'ottima squadra, esperta e con giocatori che conosco bene . E poi è sempre un derby quindi sarà una battaglia, speriamo di arrivare pronti e portare a casa i tre punti come all’andata.”


Rinaldo Badini