Dibiesse, ecco il Murazze: Capalbo non vuole cali di tensione anche a qualificazione già acquisita

La Dibiesse Miane ospita il Murazze nel match che completerà domani sera il girone di qualificazione, con già in tasca la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia. In verità, sul campo del Bissuola la squadra di Capalbo ha provato a prendersi almeno il punto, ma la rimonta s’è fermata sul palo. I biancoverdi tornano da Mestre sconfitti, di misura, e anche amareggiati, seppur probabilmente con qualche certezza in più. 


- E’ giusta l'analisi, mister Capalbo?


“Esatto. Non giochiamo ancora un futsal da strapparsi i capelli, ma possiamo far male a tanti. Certo è che con il Bissuola non puoi permetterti certi regali, eppure giocando gli ultimi tre-quarti di gara con la giusta intensità e cattiveria, alla fine potevamo portare via un punto, con quel palo su portiere di movimento che ci ha strozzato la gioia del gol. Probabilmente sarebbe stato troppo per i meriti maggiori del Bissuola”, riconosce sportivamente Capalbo. 


- Venerdì si chiude la fase a gironi della Coppa Italia, ospitate il Murazze ma l'obiettivo è certamente quello di vincere senza guardare a chi avrete di fronte. Quale sarà il tema tattico del match?


“Per merito e fortuna siamo comunque già qualificati in virtù degli scontri diretti, ma vogliamo chiudere questa prima parte della coppa con una vittoria in casa. Dico di fare attenzione perché il Murazze ha un tecnico preparato, lo conosco dai tempi in cui allenava a Villorba, e i risultati sono sempre stati sfavorevoli ma con minimi scarti. Cercheremo di fare entrambi le fasi, lavoreremo tatticamente su questo in campo”.


- Poi sarà campionato e subito ci sarà la sfida con il Compagnia Malo, entrerete immediatamente in pieno clima di un torneo che imporrà a chi punterà in alto di sbagliare il minor numero di gare possibili. In questa ottica quanto sarà importante sfruttare il fattore campo contro una delle papabili alla promozione in Serie B?


“Il nostro campo può essere croce e delizia. Le dimensioni e il fondo ammettono pochi errori, la differenza la faranno le rose lunghe e i cambi di livello che ciascuno deve avere. Proprio perché è un minitorneo la squalifica o gli infortuni di uno o più uomini saranno determinanti”.


E da questo punto di vista capalbo ha poco da sorridere. Se Roberto Carlos è squalificato, ci sono Tela e Lukay fuori per infortunio, col portiere che ha praticamente già chiuso la stagione per la rottura del tendine d’Achille. Però la bella notizia c’è: debutta Balliana ed è quanto basta.