Miti Vicinalis, Otero suona la carica: ''Col Maccan Prata sarà dura, ma siamo pronti a lottare''

Questo sabato al Palaprata va in scena Maccan Prata - Miti Vicinalis, una partita che offre diversi temi di cui discutere.

Andando a riavvolgere il nastro fino alla scorsa stagione, lo storico tra le due squadre pende a favore dei gialloneri che ospiteranno i biancorossi questo fine settimana. Nel girone d'andata infatti l'incontro, disputatosi a Vazzola, era finito in parità con uno scoppiettante 4-4 nel segno di uno scatenato Chavez; lo spagnolo, che ora gioca per il Tombesi C5 Ortona, mise a segno un poker che sembrava aver consegnato la vittoria ai friulani, salvo poi assistere alla rimonta di un Vicinalis tenace e coraggioso. Il match di ritorno invece, giocatosi a Prata di Pordenone, vide i padroni di casa gialloneri imporsi per 4-2 sui trevigiani. In quella gara il cinismo dei ragazzi di mister Sbisà poté contare sulle numerose occasioni create ma sciupate dalla truppa di mister Peruzzetto.

Altra cosa da sottolineare, Maccan Prata - Miti Vicinalis sarà anche la prima partita in cui Davide Zecchinello non affronterà da avversario il fratello minore Simone, ma giocherà invece al suo fianco, dal momento che proprio Davide questa estate ha lasciato il Vicinalis -di cui è stato capitano per tre stagioni- per unirsi ai gialloneri.

Altro ex della partita sarà Alexis Otero. L'uruguaiano, che è elemento imprescindibile per Alessandro Peruzzetto, militò per alcuni mesi al Maccan prima di accettare la proposta del patron Masini. È proprio con il centrale nativo di Montevideo che cerchiamo di capire che aria tiri in quel di Vazzola.

-Sabato c'è la prima trasferta stagionale, su un campo difficile come quello del Maccan Prata. Qualche previsione su come potrebbe essere la gara?

"Sabato abbiamo la prima trasferta contro una squadra che punta a vincere il campionato; ci aspetterà una gara molto difficile: loro vorranno far vedere ai propri tifosi che sono una squadra di un scalino superiore rispetto agli altri. Noi dobbiamo saper giocare consapevoli di questo, ma dobbiamo anche essere vogliosi di dimostrare che lottiamo su ogni campo."

-La prima partita del campionato contro l'Udine City è terminata con un pareggio che forse non vi soddisfa a pieno. Chiaramente siamo solo all'inizio, ma c'è qualcosa della partita di sabato scorso che è stato sbagliato e si può migliorare?

"La prima partita è sempre difficile, per tutti quanti. In quaranta minuti sono tanti i fattori che entrano in gioco. Ovviamente abbiamo sbagliato tanto e in una categoria come questa non puoi permetterti di farlo. Purtroppo devo dire che abbiamo guadagnato un punto, e non tre.  C'è tanto da lavorare e da migliorare e noi non possiamo fare altro che puntare a questo."