#futsalmercato, il Benevento prepara il secondo mattone della ricostruzione: in porta andrà Mambella

La ricostruzione del Benevento è partita. Perchè nella sostanza di ricostruzione si tratta. Con mister Cundari sono andati via uno dopo l’altro Mateus Dias Rocha, Botta, Volonnino, Stigliano, Di Luccio e Galletto, praticamente lo scheletro della squadra che nel suo primo anno di A2 non solo s’è venuta a trovare per alcune settimane in cime alla classifica del girone C, ma che ha poi conteso alla Fortitudo Pomezia il posto nella finale di girone, alzando onorevolmente bandiera bianca al cospetto di una squadra battuta in “regular season” ma poi trionfatrice nei playoff che hanno spalancato le porte della Serie A.

IL NUOVO CORSO - Lorenzo Nitti è stato ufficialmente impalmato come nuovo allenatore. Brignola l’unico ad ottenere la conferma in un mare di partenze, Gennaro Rennella, superbomber della cadetteria a Castelvolturno, il primo colpo in entrata. Il dg Antonio Collarile si prepara a battere il secondo, che riguarderà il nuovo titolare della porta: nelle ultime ore sembra che le attenzioni siano state riposizionate e mister Nitti abbia dato il suo benestare per portare a chiusura la trattativa con il Pescara per l’ingaggio di Francesco Mambella, 26 anni il prossimo 9 luglio, la passata stagione all’Active Network (uno dei portieri meno battuti dell’A2) ma di proprietà appunto del club adriatico. Nel suo palmares la militanza in Serie A prima con l’Acqua&Sapone e poi con la Meta, con la quale ha giocato la finale scudetto della passata stagione persa contro l’Italservice Pesaro. L’annuncio potrebbe arrivare già nel corso della giornata.