#futsalmercato, lo Sporting lo riscatta e se lo tiene stretto: Diego Carducci resta a Sala Consilina

Tra la conferma del rinnovo e l’ufficializzazione della prosecuzione della collaborazione con Diego Carducci c’è solo un ostacolo. Non certo insormontabile: il cartellino. E come logica voleva, con i vertici del Pietralacroce, la società da cui era partita la favola di Diego, tutto si è risolto e il giovane difensore marchigiano, una delle rivelazioni dello Sporting Sala Consilina della stagione della promozione, potrà continuare a giocare con addosso la maglia gialloverde. Come a dire… tutto è bene quel che finisce bene.


Ma pensare ad uno Sporting Sala Consilina senza Carducci nell’anno della storica apparizione in Serie A2, sarebbe stato un po’ come andare nella Città Eterna e non visitare il Colosseo. Carducci resta allo Sporting e sarà una delle pedine dello scacchiere che Cafù sarà chiamato a dirigere nella prossima seconda divisione nazionale: una conferma che va a sommarsi a quelle di Gallon, Brunelli, Egea, Bavaresco e Ortega che erano arrivate già nei giorni scorsi.


Le parole di Carducci risuonano nel post con il quale lo Sporting Sala Consilina ha salutato il rinnovo del giocatore che solo due anni fa giocava in Serie A con l’Italservice Pesaro campione d’Italia.


“Sono davvero felice di proseguire il mio rapporto con lo Sporting Sala Consilina. Ringrazio la società per aver creduto nuovamente in me. Lo scorso anno ho conosciuto città e ambiente e mi sono trovato benissimo. Penso che la cosa migliore sia continuare a crescere con questi colori, alzando sempre più l’asticella, per continuare a sognare”.


Un sogno dal quale lo Sporting non vuole destarsi.