breaking news
  • 28/11/2021 19:02 Serie A, il posticipo va alla Meta Catania: a Salsomaggiore sconfitta la L84 per 3-1

30/04/2021 17:58

Acqua&Sapone, la regular-season si chiude con la Meta. Scarpitti: ''Vogliamo tornare a vincere''

Una settimana terribile da gettarsi alle spalle tra Coppa e campionato. Un secondo posto già blindato, ma da onorare in vista dei play-off.  Bastano e avanzano queste due motivazioni all’Acqua&Sapone Unigross per ripresentarsi domani pomeriggio (ore 18) sul campo del Meta Catania con gli occhi iniettati di sangue.

 

Fausto Scarpitti ne ha viste tante in pochi giorni tra la semifinale di Rimini e il recupero contro il Pesaro per non chiedere ai suoi di giocare quest’ultimo atto di regular season come se fosse una finale. Secondo posto già assicurato in vista dei play-off e alla vigilia della gara di Catania. Ma l'Acqua&Sapone non vince una partita dal 13 marzo scorso. Un’anomalia che vale come stimolo per giocare al 110% e dare l'anima domani pomeriggio.


“Con questo campionato spezzatino sembra passata una vita dall'ultima vittoria in campionato, ma in realtà parliamo di due giornate senza successi. Ma anche questo dato non ci piace e siamo a Catania con l’obiettivo di tornare al successo dopo una sconfitta che secondo me non meritavamo nello scontro con il Pesaro”, le parole del coach molisano.

 

Misael squalificato, torna Calderolli. Trentin è disponibile? E Mammarella quando rientrerà ufficialmente in gruppo?


“Mancherà Misael per il rosso rimediato mercoledì e tornerà a disposizione Fabricio. Trentin è a disposizione e dovremo valutare domani le condizioni dei tanti acciaccati di queste tre gare giocate in meno di una settimana. Per quanto riguarda Stefano, il momento del suo rientro è molto vicino”.

 

 

Contro Feldi e Pesaro due rimonte subite nel finale. Come se le spiega? Cosa non ha funzionato in queste due gare così importanti per la stagione? È solo una questione di concentrazione?


“Due rimonte totalmente diverse. Contro Eboli abbiamo commesso piccole disattenzioni con il loro portiere di movimento, mentre con Pesaro abbiamo pagato una inferiorità numerica per espulsione che ha permesso loro di pareggiare e ci ha tolto molte energie per il finale di gara quando poi è arrivato il 3-2”.

 

Dopo Coppa Italia e regular season, il Pesaro ha dimostrato di essere la grande favorita su tutti i fronti. Come si possono fermare gli uomini di Colini in questi play-off?


“Pesaro è la grande favorita e lo è dal precampionato. Solo un nostro grande avvio di stagione e una loro contemporanea falsa partenza aveva fatto pensare qualcosa di diverso. Questo non significa che non possiamo batterli, anzi, la sfida di mercoledì ha dimostrato che c’è equilibrio quando ci scontriamo. In questa fase, però, come fermarli non è una nostra priorità, abbiamo da sfidare la Meta e poi concentrarci sull'avversaria dei quarti”.




Orlando D'Angelo-Ufficio Stampa Acqua&Sapone