breaking news
  • 04/12/2021 20:50 Anticipi #SerieAF, pokerissimo esterno Tiki Taka Planet. La Lazio rimane al comando
  • 03/12/2021 23:06 Serie A2 girone D, gli anticipi della 9ª giornata: Aquile-Capurso 2-2, Ispica-Bernalda 5-3
  • 03/12/2021 23:04 Serie A2 girone A: nell'anticipo della 9ª giornata Monastir Kosmoto-Arzignano 0-7

30/01/2021 20:16

Brutta prova del Pordenone che si arrende al Giorgione: è ko al PalaFlora dopo oltre due anni

Cade malamente il Pordenone, costretta ad arrendersi ad un Futsal Giorgione che si conferma bestia nera per i ramarri.

Un inizio un pò in affanno per la formazione di casa che, oltre all'assenza di Koren, impegnato con la Nazionale, deve fare a meno anche di Grzelj, costretto all'ultimo in panchina per un problema fisico. La regia delle azioni passa dunque tra i piedi di Spatafora, seppur con qualche acciacco, il più incisivo nei minuti iniziali; proprio da lui parte l'azione che al 6'22'' porta sul fondo Finato, il cui passaggio centrale è deviato a rete da uno sfortunato Cerantola, regalando così il vantaggio ai neroverdi.

All'8'45'' occasione anche per Grigolon che si smarca con forza dal suo uomo ma il tiro finale è neutralizzato da Pozzobon; duello che si ripropone anche 30'' più tardi.
Futsal Giorgione che cerca di riaprire la gara all'11'15'' con l'inserimento di Cerantola sulla sinistra, ben chiuso sul primo palo da un attento Vascello. Il numero uno di casa è decisivo anche al 12'50'', ancora su una conclusione da fuori di Cerantola.

Al 14' salva il parziale Tosoni, proprio sulla linea, sul tiro a due passi di Dos Santos. Ma è questione di secondi, perché al 14'29'' è Bortolini a ripristinare gli equilibri, completamente dimenticato libero sul secondo palo difeso da Vascello.

E' un Pordenone in difficoltà che fatica a costruire gioco con lucidità, ed anzi è costretta a subire gli assalti avversari, spesso in campo con Pozzobon come quinto uomo. Fondamentale, fondamentalissimo, Marco Vascello, il quale anche al 19'' salva in due tempi su Del Mestre, davanti alla linea di porta. E' proprio il numero uno di casa a cercare più volte di dare una sveglia ai suoi e tenere in piedi il Pordenone.

La ripresa sembra quasi una copia ancor peggiore di quanto visto nei primi 20', con i padroni di casa che faticano ad incidere, e non ci vuole molto per il vantaggio ospite: al 3'15'' Duda supera Vascello, portando così in avanti il Futsal Giorgione. Il goal dà ancora più vigore ai biancorossi che con tranquillità riescono ad esprimere decisamente un miglior gioco, rispetto ad un Pordenone visibilmente in difficoltà che, se resta in partita, deve ringraziare il suo numero uno, apparentemente l'unica ancora a tenerla a galla quest'oggi.
La prima vera occasione per riacciuffare il pari arriva al 14'10'' con Tosoni, servito a tu per tu con Pozzobon, che ha il merito di riuscire a deviare in calcio d'angolo. Poi al 15' c'è una chiara opportunità anche per Piccirilli, su assist di Grigolon, anche lui costretto ad impattare sull'estremo difensore ospite.
Dall'altra parte, 50'' più tardi, ancora Vascello decisivo in uscita su Tital, poi sul capovolgimento di fronte Grigolon prova a sfondare il muro ospite in solitaria, prima degli ultimi 3' di gioco con Tosoni come portiere di movimento, per cercare di ribaltare il match. Fondamentale qui il recupero di Spatafora al 18'40'', da solo contro due, poi al 18'30'' l'occasione passa tra i piedi di Finato, il cui tiro termina solamente sull'esterno del palo difeso da Pozzobon.
Il tempo scorre veloce, ma non basterebbe comunque per riuscire ad avere la meglio quest'oggi.

Era dal 24 novembre 2018 che il Pordenone non usciva sconfitta, in campionato, dalle mura di casa del Pala Flora. Un record che prima o poi doveva finire, ma mai avremmo pensato in una giornataccia come questa. Tutto da resettare, ad iniziare dall'approccio mentale, vista la prestazione di oggi, decisamente al di sotto di ogni aspettativa.