breaking news

13/04/2024 19:45

Castellana, Chiantera e Joselillo illudono: il Bernalda vince di rimonta 3-2, sfuma il secondo posto

Il Castellana C5 cade in casa del Bernalda Futsal nell'ultima giornata della stagione regolare del campionato nazionale di Serie B (gir. G). Per la banda del patron Domenico Mazzarisi una sconfitta indolore in virtù della qualificazione ai playoff già ampiamente conquistata, ma in grado di lasciare un po' di amaro in bocca perché, in caso di successo, i bianco-blu avrebbero potuto operare il sorpasso in classifica ai danni della Diaz Bisceglie, chiudendo la regular-season al secondo posto. Il ko, tuttavia, non cancella l'ottimo cammino di capitan Satalino e compagni i quali nel primo turno degli spareggi promozione se la vedranno con l'Alta Futsal.

LA GARA – Senza lo squalificato Vitto, mister Rotondo recupera Chiantera che va a formare il quintetto iniziale con Ritorno, Satalino, Joselillo e Lacarbonara, mentre dall'altra parte Marcio Volpini, orfano di capitan Gallitelli, si affida a Boschiggia, Laurenzana, D'Onofrio, Carella e Grossi. Avvio di gara subito vibrante con Ritorno che dice di no a Carella dopo una manciata di secondi e con Chiantera che al minuto 2 porta avanti il Castellana approfittando alla grande di un pasticcio difensivo di Grossi. Il Bernalda accusa il colpo, prova a reagire cercando gloria soprattutto con conclusioni dalla distanza, ma nel corso del quinto giro di orologio capitola ancora sugli sviluppi di uno schema da rimessa laterale splendidamente orchestrato da Lacarbonara, Chiantera e Joselillo, con quest'ultimo abile nel siglare il provvisorio 0-2. A questo punto Volpini chiama il timeout nella speranza di poter scuotere i suoi. Ed in effetti la strigliata fa bene al Bernalda che un minuto più tardi accorcia le distanze grazie al bolide dalla distanza di D'Onofrio, lesto nel rubare a Joselillo e scagliare una saetta sotto la traversa. Con il punteggio nuovamente in bilico, le due compagini si concedono qualche minuto per rifiatare tornando ad alzare i giri del motore nella seconda parte di frazione. E' il 12' quando Laurenzana impegna Ritorno in uscita aprendo di fatto le porte al momento di massimo sforzo dei rossoblù alla ricerca del pareggio. Pareggio che puntualmente arriva al minuto 15 con Grossi ribadisce in rete una palla vagante dopo l'ennesima prodezza di Ritorno su Laurenzana. Ma le emozioni del primo tempo non sono ancora terminate. A dieci secondi dall'intervallo, infatti, il Castellana usufruisce di un tiro libero che Chiantera si fa prima respingere da Boschiggia e poi ribattere da Benedetto, sbattendo sul muro eretto dal Bernalda.

La ripresa, dunque, si riapre con il risultato in perfetto equilibrio e con la formazione locale che spaventa subito Ritorno con le conclusioni dalla distanza di Carella e Laurenzana. Ma il forcing rossoblu viene interrotto al minuto 7 quando Grossi viene espulso per doppia ammonizione con il Castellana che attacca, senza successo, per due minuti in superiorità numerica. Scampato il pericolo i padroni di casa si giocano la carta le power-play, una scelta da cui per poco non trae giovamento proprio Ritorno che dalla sua area di rigore conclude a botta quasi sicura dovendo fare i conti con l'eroico salvataggio di Carella sulla linea. Nel finale il Bernalda continua ad offendere con il quinto di movimento andando alla ricerca di un gol in grado di regalare il sogno playoff, un gol che giunge a quattro minuto dal termine con Benedetto il cui diagonale inganna Ritorno. Per il PalaCampagna è apoteosi, mentre per il Castellana non bastano le ultime fasi di gioco per pervenire al pareggio. Finisce, dunque, con la vittoria dei locali per 3-2 dopo un finale concitatissimo con tanto di spinta da parte di un tifoso di casa ai danni di Lacarbonara all'altezza del calcio d'angolo, nei pressi della balaustra.


Ufficio stampa Castellana