Celano, è il crocevia della verita: domani a Pescara con l'Academy. Marianetti: "Possiamo far male!"

Lo schiaffo del Pala Senna ha fatto effetto e la reazione c’è subito stata, perchè il Celano ha dato subito scacco matto ai Leoni Acerra chiudendo il discorso dei tre punti un 20’ effettivi. Alla fine un settebello che rianima le aspettative, rafforzatesi in virtù del pareggio tra Tombesi e Academy Pescara, che consente alla squadra del rientrante mister Fabio Cimini di ridurre a una sola incollatura il ritardo dalla coppia di testa. Ma questo conta relativamente.


“Diciamo che siamo stati molto bravi ad approcciare la gara, che poi s’è messa in completa discesa”.


Un commento sintetico quello di capitan Fabrizio Marianetti, che conferma la convincente prestazione dei gialloblù, che dopo diverse settimane hanno potuto finalmente riabbracciare Mauro Proietti (oltre che Cimini).


“Il rientro di Proietti per noi é stato molto importante - sostiene Marianetti -perché ha grande esperienza, personalità e caratteristiche uniche, é un nostro punto di riferitmento sia dentro che fuori dal campo. Il mister per noi é più che fondamentale, oltre ad essere un grande uomo, è un grande professionista: con persone così si può solo imparare e migliorare sotto tutti i punti di vista, perciò averlo in panchina é completamente un'altra cosa”.


Il percorso del Celano, nel frattempo, è arrivato al primo vero snodo. Domani è in programma la trasferta in casa dell’Academy Pescara, alla quale seguirà la sfida interna del prossimo sabato con la Tombesi. Due partite che possono dire molto per la squadra capitanata da Fabrizio Marianetti.


“Affronteremo due squadre di categoria superiore. Conosciamo molto bene la loro forza, sono sicuro che in questo campionato sono entrambe di passaggio. Noi però siamo una squadra che ha grande entusiasmo ma allo stesso tempo grandi qualità, inoltre non abbiamo nulla da perdere perciò ci godremo le sfide con il massimo dell'entusiasmo, consapevoli che possiamo far male ad entrambe”.


E con il ritorno di Dustin Calvet dopo tre giornate di squalifica non è affatto da escludere…