Città di Anzio, la beffa arriva a fil di sirena. Cioli: ''Partita incredibile, peccato per il ko''

Condannato da un gol a 18 secondi dalla sirena. Il Città di Anzio di mister Marco Di Fazio dice addio alla Coppa Divisione, ma lo fa a testa altissima. Al termine di una prestazione monstre contro l’AP calcio a 5, formazione ai nastri di partenza della prossima A2. Tanta sfortuna ed un pizzico di ingenuità nei momenti salienti del match, hanno fatto pendere l’ago della bilancia in favore del team campano che l’ha spuntata al fotofinish per 6 – 5 dopo aver rischiato anche di perderla.

Ma in casa Anzio, al netto della grande amarezza per l’eliminazione, è forte la consapevolezza che la strada è quella giusta. “E’ stata una partita incredibile – il commento di Roberto Cioli, autore di un’ottima prestazione – una partita bella, intensa, combattuta che sarebbe potuta terminare con qualsiasi risultato. Ce la siamo giocata a viso aperto e per poco non l’abbiamo portata a casa, peccato davvero. Chi è venuto a vederci si è comunque divertito parecchio”.

Di Fazio in settimana aveva parlato di una squadra ‘consapevole dei propri mezzi’ ed il suo Città di Anzio ha dimostrato di esserlo ampiamente. “Questa partita rappresentava per noi un test molto importante – sottolinea l’ex giocatore dell’Ariccia – e posso affermare senza paura di essere smentito che lo abbiamo ampiamente superato. Ci portiamo a casa un bagaglio di ulteriore consapevolezza e tanti insegnamenti che ci serviranno nel corso del campionato”. “Lezioni – conclude Roberto Cioli – che ci devono far crescere e migliorare ma ci fanno anche capire allo stesso tempo che siamo sulla buona strada”. 




Alessandro Bellardini