breaking news
  • 10/04/2021 14:50 Serie B, girone E: positività nello Sporting Hornets, non si gioca la gara di Fabrica
  • 10/04/2021 12:37 Serie A2 femminile: Mediterranea-VIP slitta al 18/4, si giocherà a San Martino di Lupari
  • 10/04/2021 12:35 Serie B, girone A: Ossi-Lecco si gioca stasera a Porto Torres con inizio alle ore 21,30
  • 10/04/2021 12:33 Serie B, girone B: il Giorgione messo in isolamento, salta la gara di oggi a Sedico
  • 09/04/2021 18:39 Serie B, girone H: positivi nel gruppo del Canicattì, rinviata la partita con l'Acireale
  • 09/04/2021 18:39 Serie A2, girone B: ancora positività nella Mirafin, rinviata la sfida contro il 360GG
  • 09/04/2021 18:38 Serie A2 femminile: il Santu Predu non si presenta con la Best Sport, 0-6 e penalizzazione

03/12/2020 17:09

Città di Capena, Ciaramitaro: "Il protocollo? Ci servono chiarimenti"

Il punto della situazione in casa Leprotte spetta al direttore generale Massimiliano Ciaramitaro, che tra i tanti argomenti ha parlato anche del match contro lo Statte in programma domenica prossima. 

”Si, abbiamo la possibilità di agganciarle in classifica dato che ci separano tre punti. Il Real Statte è sicuramente una buona formazione, ma noi non siamo da meno: sono convinto che andremo giù con tutte le intenzioni di ottenere i tre punti, sento di sbilanciarmi. Le ragazze sono molto motivate per portare avanti un buon campionato”.

Rimane però in primo piano la difficile gestione della situazione Covid, anche in virtù del nuovo protocollo sanitario. 

”Per quanto riguarda il protocollo: noi come Città di Capena stiamo spendendo tante risorse economiche per i tamponi, nonostante adesso cambi la tipologia di quest’ultimo la sostanza è sempre questa. Per quanto mi riguarda, penso che si potrebbe dare una grossa mano a tutte le società sotto questo aspetto, cosa che però non è mai arrivata. Almeno un rimborso da parte della Divisione per assicurarsi la sicurezza di tutte le atlete e gli addetti ai lavori solo ed esclusivamente per eseguire questi test, ma la sensazione è che non arrivi nulla almeno per il momento. Quindi, che dire, noi facciamo sempre tutti i test necessari prima delle partite, speriamo che presto diventi di fatto obbligatorio e che soprattutto l’organo di controllo sia adeguato. Dobbiamo cercare di mettere un punto a questa situazione perché andare in campo senza sapere se tutte le società facciano tutti i tamponi regolarmente resta un punto interrogativo molto grande, anche troppo”.

CLICCA QUI PER L’INTERVISTA COMPLETA