Defender in ottima forma, terza vittoria di fila: a Canosa il Giovinazzo la ribalta con un poker

Il terzo successo in quattordici giorni, il settimo posto in classifica e la vena di un team in versione smagliante. Sono le tre verità con cui la Defender Giovinazzo C5 spazza via il Canosa (1-4 il finale) e si gode un’altra vittoria salutare, la terza di un gennaio da incorniciare. I biancoverdi del patron Carlucci, nel diciassettesimo turno del girone B di Serie A2 Élite, impattano con Fanfulla all’iniziale vantaggio dei padroni di casa, ultimi in classifica, e si esaltano in particolare nella prima frazione di gioco: colpiscono due pali e una traversa e poco prima dell’intervallo ribaltano il risultato con Silon Junior. Al rientro, poi, ci pensa Dibenedetto a blindare il sesto successo stagionale, prima dell’1-4 di Palumbo. E Bernardo, negli spogliatoi, non può che complimentarsi con i suoi: "I ragazzi stanno dando tutto". 

LA CRONACA - Capurso parte al PalaColombo di Ruvo di Puglia con Solosi, Bocca, Nardacchione, Boutabouzi e Telesca, mentre Bernardo risponde con Di Capua, Piscitelli, Dibenedetto, Fanfulla e Silon Junior. Ad aprire le danze, per gli ospiti, è un doppio tentativo a rete di Silon (Solosi devia in angolo), ma il primo palo lo centra Palumbo, complice una deviazione di Bocca, seguito da Roselli che, servito da Menini, con un pregevole tocco di tacco colpisce il secondo palo del pomeriggio. Il gol dell’1-0, però, lo segna il Canosa (ripartenza di Subrizio e vantaggio dei padroni di casa all’11’), ma più in generale è sempre il Giovinazzo a creare e a presidiare l’area avversaria: la naturale conseguenza è il pareggio di Fanfulla (1-1 al 13’, su assist di Palumbo), la traversa di Piscitelli e il gol di Silon a 40 secondi dal riposo. Una rasoiata su palla inattiva che manda in tilt Solosi e vale l’1-2 al 40’.

Nella ripresa i biancoverdi continuano a spingere (Solosi ferma per ben due volte Piscitelli, il palo ancora una volta Roselli), mentre il Canosa ha tre palle buone per pareggiare, con Telesca (due) e Bocca (una), ma Di Capua è superlativo. Al 9’ a segnare, dopo una girata verso lo specchio di Fanfulla respinta da Solosi, è invece ancora il Giovinazzo con Dibenedetto (1-3), prima del rosso a Nardacchione (doppio giallo) e del timbro finale di Palumbo, al 15’, per l’1-4 conclusivo con i giovinazzesi che centrano la terza vittoria di fila e corrono sotto la tribuna, dove i tifosi li aspettano per festeggiare insieme. 


CANOSA-DEFENDER GIOVINAZZO 1-4 (pt 1-2)

CANOSA: Solosi, Bocca, Nardacchione, Boutabouzi, Telesca, Giannino, A. Verderosa, Saulla, Subrizio, M. Verderosa, La Bella, Iodice.  All. Capurso

DEFENDER GIOVINAZZO: Di Capua, Piscitelli, Fanfulla, Silon, Dibenedetto, Roselli, Menini, Fermino, Marolla, Montelli, La Notte, Palumbo. All. Bernardo

ARBITRI: Raffaele Buonocore (Castellammare di Stabia), Antonio Nappo (Ercolano) CRONO: Jacopo Giannelli (Bari)

MARCATORI: pt 11'57'' Subrizio (C), 13'50'' Fanfulla (D), 19'20'' Silon (D); st 9'08'' Dibenedetto (D), 15'33'' Palumbo (D)

NOTE: ammoniti Boutabouzi (C), Dibenedetto (D), Palumbo (D), Subrizio (C). Espulso a 14'27'' st Nardacchione (C) per somma di ammonizioni


Ufficio stampa Defender Giovinazzo