breaking news New

17/01/2021 17:30

Derby amaro per il Pontedera: l’Arpi Nova fa festa, ai bianconeri non basta una buona prestazione

Grinta, cuore e determinazione non bastano al Pontedera per cominciare con il piede giusto il girone di ritorno.

A Bientina, contro l'Arpi Nova, i bianconeri disputano una buona partita, ma a portare a casa l'intera posta in palio sono gli avversari, che escono dal campo vittoriosi per 0-5. Un risultato fin troppo punitivo per Caciagli e compagni che, rispetto alle ultime uscite, sono sembrati in crescita, sia dal punto di vista fisico che tecnico. Nonostante le assenze di Pisconti e F. Camero, i bianconeri hanno giocato a testa alta dall'inizio alla fine. C'è poco da recriminare sulla prestazione del Pontedera, penalizzata anche da qualche dubbia decisione arbitrale. Ma non c'è tempo da perdere adesso, perchè martedì sera arriva il Sant'Agata per uno scontro diretto con in palio punti pesanti.

Pontedera–Arpi Nova comincia sotto il segno dei bianconeri. I padroni di casa cominciano l'incontro cercando di imporre fin da subito il proprio ritmo. Dopo appena 27” Maggini impegna con una forte conclusione Gelli che con la punta delle dita manda la palla in corner. Poco più tardi il portiere ospite viene chiamato in causa da Caciagli, ma Gelli è attento e non si fa sorprendere. Dall'altra parte del campo Laino è decisivo su Righeschi, ben liberato dai compagni con una giocata in velocità. A metà primo tempo Vigliotti imbuca in parallela per Ceccarini che, spalle alla porta, brucia l'uscita di Laino con una deviazione sotto porta per il vantaggio dell'Arpi Nova. Il Pontedera risponde con un bel tiro di Nanncini, sulla respinta di Gelli Wilmar Pereira anticipa Losada in maniera provvidenziale. Dalla distanza ci prova Gambino, la sua botta viene deviata da Di Maso e la sfera finisce sopra la traversa. L'Arpi Nova va vicino al raddoppio con Wilmar che colpisce la traversa in pieno. A ridosso dell'intervallo Losada va al tiro, Gelli ribatte sui piedi di Gambino che a botta sicura spara addosso al portiere ospite.

Al rientro dagli spogliatoi il ritmo è convulso, con poche occasioni da una parte e dall'altra. Caciagli apre per Gambino sulla destra, Gelli in uscita chiude lo specchio della porta. Al 27' Wilmar rinviene da dietro su G. Camero che va a terra, la coppia arbitrale non ravvisa gli estremi per fischiare fallo, l'Arpi Nova va in contropiede tre contro uno e Vigliotti firma il 2-0 tra le proteste.

Sotto di due reti, il Pontedera non smette di giocare, ma stavolta è la sfortuna a metterci lo zampino. G. Camero mette al centro per Nannicini che, a portiere battuto, viene respinto dal palo interno. Sul capovolgimento di fronte un potente diagonale di Pinzi vale lo 0-3. Negli ultimi 10' i bianconeri vanno all'assalto all'arma bianca riversandosi nella metà campo avversaria. La manovra del Pontedera libera Gambino che, dopo aver scartato anche Gelli, si defila troppo sulla sinistra e manca lo specchio della porta ormai sguarnita. Con il portiere di movimento, il Pontedera aumenta la pressione sugli avversari senza però riuscire a scuotere la rete. Missione che invece riesce ancora per due volte prima della sirena finale all'Arpi Nova, che fa partire i titoli di coda con i gol di Ceccarini e Orsi.

 

Ufficio Stampa Pontedera