breaking news
  • 10/04/2021 14:50 Serie B, girone E: positività nello Sporting Hornets, non si gioca la gara di Fabrica
  • 10/04/2021 12:37 Serie A2 femminile: Mediterranea-VIP slitta al 18/4, si giocherà a San Martino di Lupari
  • 10/04/2021 12:35 Serie B, girone A: Ossi-Lecco si gioca stasera a Porto Torres con inizio alle ore 21,30
  • 10/04/2021 12:33 Serie B, girone B: il Giorgione messo in isolamento, salta la gara di oggi a Sedico
  • 09/04/2021 18:39 Serie B, girone H: positivi nel gruppo del Canicattì, rinviata la partita con l'Acireale
  • 09/04/2021 18:39 Serie A2, girone B: ancora positività nella Mirafin, rinviata la sfida contro il 360GG
  • 09/04/2021 18:38 Serie A2 femminile: il Santu Predu non si presenta con la Best Sport, 0-6 e penalizzazione

24/02/2021 09:45

Musso, futuro garantito tra i pali dell'Olimpus: ''La sfida contro il Ciampino non è decisiva''

Continua la marcia trionfale dell'Olimpus Roma, che sabato contro il Ciampino Anni Nuovi potrebbe sferrare il cosiddetto "colpo del ko" e muovere un altro significativo passo verso la promozione in Serie A. Nel frattempo sabato scorso è arrivato l'ennesimo successo contro la Mirafin, sigillato anche dalle parate del giovane Tommaso Musso. Un infortunio ha infatti messo fuori causa Ducci, schierato titolare, lasciando spazio proprio a Tommaso Musso.

"Vista la loro posizione in classifica - racconta proprio Musso - poteva sembrare una partita dal risultato scontato quella con la Mirafin, ma ritengo che la cosa più difficile fosse approcciare la gara mentalmente nella maniera più corretta. Loro si sono difesi bassi, tentando di colpire in ripartenza, noi con pazienza siamo riusciti a mettere la partita sui binari giusti già alla fine del primo tempo. Dopo l'intervallo siamo entrati molto bene in campo concretizzando quanto creato, di fatto mettendo in cassaforte il risultato".

Il portiere classe 2002 ha poi raccontato le sue sensazioni dopo aver assaggiato il campo proprio per tutto il secondo tempo.

"Sul finire di primo tempo Ducci ha subito un colpo involontario al volto e, dopo pochi minuti dall'inizio della ripresa, sono entrato io tra i pali. Il risultato era già ben indirizzato, ma siamo stati costretti a difendere il portiere di movimento per diversi minuti, concedendo anche qualche occasione. Detto questo, non penso sia stata necessariamente la nostra migliore partita, ma era importante fare risultato e così è stato. Mi ritengo abbastanza soddisfatto, alla fine tutte le partite valgono lo stesso numero di punti".

Vero, ma sabato c'è una di quelle da non sbagliare contro il Ciampino Anni Nuovi, quella che oltre i "matematici" tre punti, potrebbe rappresentare un vero e proprio colpo del ko.

"E' ancora presto per parlare di ko - dice Musso - anche se è innegabile che la partita di sabato ha un alto livello di importanza anche se non è decisiva per le sorti del campionato. Il calendario ci mette di fronte quattro sfide contro squadre in lotta per i playoff e le zone nobili della classifica, il futuro è nelle nostre mani ma dovremo guadagnarcelo".


esp.