Esposito si è preso sulle spalle il Sulmona. "La Real Dem? Stiamo attenti a non perdere... la testa"

Un peligno doc a difesa dei pali di un Sulmona che dopo il blitz in casa della Junior Domitia strizza volentieri l’occhiolino a quel quarto posto che vale la qualificazione ai preliminari di Coppa Italia. Una cosa alla volta e con Ivan esposito, giovanissimo portiere classe 2002, partiamo proprio dalla gara di Castel Volturno.

- Va detto che nella parte iniziale sei stato provvidenziale limitando i danni, ma la prestazione della squadra è stata davvero all'altezza della situazione, soprattutto nella ripresa: concordi?

“Assolutamente. La squadra è stata favolosa soprattutto nel secondo tempo. Nel primo penso di aver dato una grande mano ma è stata la forza della squadra che ci ha portato a vincere”.

- Quanto è stata importante la mossa di mister Fonte di schierare il quinto di movimento per tenere sulle corde la squadra nel momento che aveva rimesso la testa avanti nel punteggio?

“Molto importante... direi che è stata la mossa giusta. La scelta fatta dal mister credo che non se l’aspettasse nessuno, soprattutto perché stavamo vincendo. Però, visto come sono andate le cose, ha avuto pienamente ragione”.

- Domani c'è l'atteso derby con la Real Dem: con le prime posizioni ormai puntate e una qualificazione alla Coppa Italia da cercare di ottenere, condividi che l'unico risultato atteso sia la vittoria. Ma a cosa dovrete prestare attenzione per evitare... brutti scherzi?

“Sicuramente a non perdere la testa. Hai detto bene: la vittoria è il nostro unico obiettivo per domani, per evitare brutti scherzi dobbiamo cercare di dare il massimo, ma soprattutto dobbiamo stare uniti qualsiasi cosa accade”.


Foto: Ascione