Foti taglia corto e carica la Samp: ''Col Mestre ci giochiamo un pezzo importante del campionato!''

All’andata non finì’ bene per la Sampdoria, con il Città di Mestre che pescò la partita perfetta battendo nettamente i liguri. Ma erano altri tempi, le cose da allora sono cambiate. Domani la squadra doriana sarà chiamata ad affrontare quella che giustamente è da considerare una delle partite chiave della stagione: un tema che andiamo ad analizzare assieme a Simone Foti.


- Come vi siete preparati alla sfida con il Mestre che verrà a Campo Ligure come capolista?


“Penso anche io che questa sia la partita dove ci giochiamo un pezzo importante del nostro campionato. Loro stanno bene, sono primi in classifica e sono in fiducia: sappiamo tutti come è finita la partita di andata e anche per questo daremo più del 100%, siamo pronti sotto tutti i punti di vista, sono certo che quella di domani sarà una grande partita”.


- Giocherete lamentando due assenze pesantissime soprattutto per le vostre capacità offensive. Più che tatticamente come sopperirete da un punto di vista mentale alle defezioni di Totoskovic e Fidersek?


“Ci mancheranno due giocatori molto importanti, è vero, ma sinceramente non ci abbiamo nemmeno pensato in questa settimana: domani sappiamo cosa dobbiamo fare e lo faremo anche per loro che in questo momento sono impegnati con la propria Nazionale”.


- Abbiamo parlato del cambio di marcia della squadra avvenuto con l'arrivo di Cipolla e gli innesti di mercato. Ma ora che avete davanti a voi gli obiettivi da raggiungere (Coppa Italia e Serie A) come vedi la Samp nel contesto sia della Coppa che nella corsa alla promozione, considerando in questo caso anche la nuova formula che nel caso della Samp - classifica al momento in mano - offre non una ma due chances?


“Sappiamo bene quali sono gli obiettivi della società: noi, giocatori e staff, pensiamo partita per partita senza focalizzarci troppo e non mettere troppa pressione addosso, siamo qualificati per la Coppa ma ci penseremo quando sarà il momento. Adesso siamo con la testa al Mestre, una partita che è davvero fondamentale per noi, poi a fine campionato vediamo dove saremo in classifica e tireremo le somme”.







Nella foto: Simone Foti con in braccio la figlioletta