breaking news

22/01/2021 22:29

Giorik, c'è la seconda tappa del trittico friulano. Ma a Prata non ci sono alternative ai tre punti

E’ una Giorik Sedico obbligata a dare una sterzata alla sua stagione quella che domani si porta a Prata, tornando in Friuli a pochi giorni di distanza dal ko di Pordenone per il secondo atto di un trittico tutto friulano che si completerà martedì nel recupero di Maniago. In casa bellunese non è proprio tempo di sorridere e proprio da mister Gabriele De Francesch cerchiamo di sapere com’è l’umore nel gruppo dopo il risultato di Pordenone, una sconfitta comunque pesante per i risvolti che potrebbe avere sugli obiettivi stagionali.

“L'umore ovviamente non può essere dei migliori, però c'è consapevolezza che dobbiamo assolutamente fare meglio e di più. Sono sicuro che l’ultima sconfitta ci responsabilizzerà ancora di più per cercare di ottenere un risultato positivo a Prata”.

Domani il Maccan, poi il recupero con il Maniago: a questo punto bisogna assolutamente fare il pieno per non perdere definitivamente contatto con le posizioni che contano?

“Si assolutamente. Da ora in poi, risultati negativi potrebbero essere determinanti per la corsa ai posti che contano, tra l'altro obiettivo mai nascosto dal sottoscritto e dalla società”.

De Francesch annuncia novità di formazione contro il Maccan.

“Vista comunque la disponibilità di tutti i ragazzi ho deciso di cambiare qualcosina rispetto a Pordenone, ovvero ho convocato Rossetto e Assed al posto di Boso e Bottega… ma queste sono normali rotazioni”.