Godego, Calabretto è fiducioso: ''Spinea ottimo team, ma dobbiamo sfruttare il fattore campo''

Il Godego ha esordito nel campionato di C1 con una sconfitta esterna per 4-3 sul difficile campo dell'Antenore Sport Padova. La prossima sfida che aspetta i trevigiani si giocherà tra le mura amiche. A far loro visita ci pensa un temibile Progetto A 5 Calcio Spinea, vittorioso settimana scorsa contro il Cosmos Nove di Er Raji. I biancoamaranto, seppur in una gara complicata, sono chiamati a mostrare i muscoli davanti ai propri tifosi. Cautamente fiducioso si dimostra il mister del Godego, Simone Calabretto.

-Il Godego ha perso la prima giornata per 4-3. Con lo stesso risultato ha vinto invece lo Spinea. Pensi che si prospetti un'altra gara equilibrata?

"Lo Spinea è un'ottima formazione che sarà protagonista di questo campionato, ma giochiamo in casa e proveremo a far valere il fattore campo, nonostante alcune assenze per squalifica o infortunio."

-Dopo la partita con l'Antenore hai già individuato qualche problema da risolvere?

"Abbiamo perso venerdì scorso contro l'Antenore, è vero, ma abbiamo perso senza demeritare e a causa di alcune disattenzioni probabilmente dovute alla poca esperienza nella categoria che abbiamo pagato a caro prezzo."

La sensazione dunque è quella che il Godego possa mettere in campo un'altra buona prestazione che possa poi ulteriormente aumentare l'esperienza del gruppo, in modo tal da affrontare la C1 con crescente sicurezza e consapevolezza.