Grifoni, che emozioni per capitan Angelucci! "12 anni con questa maglia, l'A2 mi riempie d'orgoglio"

Una promozione in Serie A2, conquistata per giunta in una partita secca come la finale playoff disputata domenica 2 giugno al PalaCattani di Faenza, lascia emozioni e sensazioni indelebili in chi la conquista. E' questo il caso soprattutto di Manuel Angelucci, capitano di quei Grifoni che in terra romagnola, ormai quasi due settimane fa, ha guidato in campo i compagni nella sfida vinta con il Giorgione verso il salto di categoria. 

“L’emozione è indescrivibile – spiega lo stesso Angelucci ai microfoni dell'ufficio stampa della Divisione Calcio a 5 –, un’emozione mai provata. Si corona il sogno di una stagione lunga e indimenticabile".

Come poter non essere d'accordo con lui? Specie se si pensa che le premesse inziali erano del tutto differenti.

"Nessuno avrebbe mai immaginato che avremmo raggiunto questo obiettivo - prosegue il capitano degli spellani -. Abbiamo iniziato la stagione con la consapevolezza che il nostro obiettivo fosse la salvezza ed invece abbiamo dominato il campionato e perso per un solo punto. Siamo arrivati tra le prime quattro in Coppa Italia ed infine abbiamo raggiunto la promozione, lottando partita dopo partita nei playoff. Non è un caso se siamo la squadra che ha disputato più gare in Serie B".

Un trionfo indimenticabile, come ha detto lo stesso Angelucci, non può quindi non avere un sapore speciale per Manuel visto il suo ruolo di capitano che ben rappresenta il legame storico che lo unisce ai Grifoni...

"Sono 12 anni che gioco con questa maglia e, da capitano, raggiungere un tale obiettivo, assieme alla società e agli amici del posto mi riempie d’orgoglio. Ora testa alla prossima stagione sapendo che sarà dura”.



Foto: Divisione Calcio a 5