Grifoni, senti Hachimi: "Non mi sono mai trovato così bene come qui. In A2 per fare bella figura"

E' stato senza ombra di dubbio uno degli uomini copertina della stagione dei Grifoni. I due gol e l'assist registrati nella finale playoff di Serie B vinta domenica scorsa a Faenza con il Futsal Giorgione sono stati l'ennesima dimostrazione di quanto il suo talento sia stato fondamentale per il percorso degli umbri verso la Serie A2. Ma sono stati anche l'ennesima prova di quanto lui, Youssef Hachimi Zeggani, si trovi perfettamente a suo agio in quel di Spello.

“Sì perché la verità è che è davvero difficile trovarsi tanto bene come mi trovo io qui - ci racconta lo stesso Hachimi quando lo intervistiamo dopo la finale del PalaCattani -, è tanto difficile trovare una società così seria come i Grifoni. Ho girato un po’ l’Italia e veramente, non mi sono mai trovato così bene. Per noi che siamo stranieri e arriviamo da fuori tutto dipende da come ti trovi tu personalmente fuori dal campo, con la squadra, con l’allenatore, con la casa, con tanti aspetti, perché poi stando lontano dalla famiglia come giochi? Io mi trovo benissimo qui e ho fatto una buona finale”.

- Parliamo della partita; primo tempo intenso ed equilibrato, poi nel secondo vi siete dovuti chiudere: potevate fare di più o era l'unico modo per resistere al Giorgione?

“No, guarda, io l’ho detto pure quando siamo rientrati negli spogliatoi all’intervallo: la cosa più difficile l’avevamo fatta, che era stare sopra nel punteggio, dopo, negli ultimi venti minuti della stagione, tutto quello che avevamo fisicamente dovevamo lasciarlo. Allora siamo morti in campo, abbiamo difeso come mai e abbiamo portato la finale a casa”.

- Hai detto che hai girato tutta l'Italia, poi vieni dal futsal spagnolo, quindi ti chiedo dall'alto della tua esperienza se vedi in questa squadra le potenzialità per fare ancora meglio nella prossima stagione...

“Sicuramente qualche miglioramento dovremo farlo, perché sono due categorie diverse, poi la società non è mai salita in A2. Questo è stato il secondo anno in Serie B, bisogna lavorare tanto, ma sono sicuro così come la dirigenza che andremo a fare tutto il possibile per fare una bella figura in A2”.


Lorenzo Miotto




Foto: Divisione Calcio a 5