breaking news

14/05/2021 11:24

Hellas, il gioco si fa duro... ma Leleco è sul pezzo: ''Il Chiuppano? Abbiamo in testa solo l'A2!''

Arriva il Chiuppano e per l’Hellas sarà un nuovo giorno decisivo come tanti di una stagione che sta costringendo la squadra di Milella agli straordinari per raggiungere l’obiettivo fissato dalla società: la promozione in A2. Una squadra che ha trovato ulteriori conferme nel ruolo di leader di Leleco Miquelussi: lui ha aperto il 4-2 alla Giorik Sedico, lui ha chiuso la quaterna che ha spinto l’Hellas oltre il primo step della corsa verso la seconda divisione.


La cosa che chiediamo subito a Leleco (nella foto di Caterina Zattarin mentre abbraccia Manzali) è come hai visto la squadra contro il Sedico, perché quel calo di tensione che c'è stato dopo il 3-0 sinceramente ha lasciato qualche perplessità. 


- Ritieni che sia stato un calo fisiologico dovuto al fatto che siete andati avanti nettamente oppure è stato il Sedico che è venuto fuori e ha giocato la sua partita prima che la indirizzaste definitivamente dalla vostra parte?


“Non l'ho vista come un calo di concentrazione o un calo fisiologico. La partita era sul 3-0 alla fine del primo tempo quando loro, con un bello schema di fallo laterale, hanno segnato il gol del 3-1 andando cosi all'intervallo. A inizio del secondo tempo hanno usufruito di un rigore con tanto di espulsione (quella di Amoroso, n.d.c.). Quindi secondo me è stato bravo il Sedico a venire fuori e a tenere sempre viva la partita”.


- Sabato avete l'ennesimo confronto con il Chiuppano. Di solito non c'è due senza tre, però mancherà Amoroso, non ci sarà anche Donin, saranno assenze pesanti sul piano soprattutto del temperamento. Come avete preparato questa partita che è veramente il crocevia della vostra stagione?


“Di certo sono due assenze pesanti per noi. Amoroso è un giocatore esperto che ha fatto più di trenta gol in questa stagione, e Donin da tanto ritmo e velocità alla squadra. Nonostante le assenze abbiamo lavorato bene, sappiamo dall'inizio della stagione qual è il nostro obietivo e sabato faremmo di tutto per continuare la nostra corsa”.


- Infine un giudizio sul tuo stato di forma, mi sembra che sul piano del rendimento ora che il gioco si fa duro, i duri come te entrano in gioco e si fanno sentire, concordi?


“Stiamo lavorando bene. In queste belle partite dobbiamo dare il centodieci per cento e forse ancora di più essendo quella col Chiuppano una gara secca. Spero di continuare dando il mio contributo per la squadra fino alla fine”.