I Grifoni riscrivono la loro storia. Picchietti: "Rappresentare l'Umbria in F8 è motivo di orgoglio"

Una partita senza storia, che i Grifoni hanno portato dalla loro parte con una disinvoltura imbarazzante tanto che è venuto spontaneo che più di qualcuno si chiedesse: troppo più forti i Grifoni nella circostanza o l’Audax (che ha tenuto il suo leader Paludo in panchina) l’ha presa un po’ alla leggera quasi disinteressatamente? Una cosa è certa: la squadra del presidente Becchertti a fine marzo sarà in Basilicata per disputare la Final Eight della Coppa Italia di Serie B.


“Per come eravamo partiti non ce l’aspettavamo - afferma tra il felice e il sorpreso il general manager Stefano Picchietti -. ed aver raggiunto questa Final Eight per noi è assolutamente motivo di orgoglio”. 


Insomma, con la Ternana (che ha staccato il biglietto per l’omonima rassegna di Serie A2), la Settimana Santa concorrerà per la coccarda tricolore anche la compagine spellana. Stefano Picchietti gonfia giustamente il petto.


“Sono contento anche per il risultato della Ternana: due squadre della nostra regione in finale è un evento. Rappresentare l’Umbria è un onore e un grande vanto, soprattutto per la nostra società che non mirava a essere protagonista né in campionato tanto meno in Coppa. Però siamo riusciti a centrare il traguardo e questa è una bella cosa”.