Il Belgio chiama, Sala Consilina risponde: il talento di Steven Dillien per lo Sporting di Foletto

Il Belgio ha appena concluso il suo confronto con il Montenegro, valido per il secondo turno di qualificazione del girone 7 in vista di Euro 2022, che anche per Steven Dillien si spalancano le porte dell’Italia. Ed ecco svelato il nome del giocatore che lo Sporting Sala Consilina ha sottratto ad una nutrita concorrenza, portandosi a casa uno dei talenti puri prodotti dalla cantera giallorossonera.


29 anni il prossimo 24 febbraio, attaccante del Futsal Team Charleroi e della Nazionale belga, autore giusto stasera di una doppietta nel 6-2 (GUARDA IL GOL DEL MOMENTANEO 3-1) imposto dalla squadra di Bachar al Montenegro, che la porta al secondo posto alle spalle dell’Italia in vista del confronto diretto del prossimo 9 marzo a Prato. Antonio e Giuseppe Detta, che condividono la presidenza dello Sporting Sala Consilina, se ne sono letteralmente invaghiti ed hanno avuto il sostegno del patron Pasquale Lamura e del direttore sportivo Daniele Campanelli per procedere in una complessa operazione, portata avanti contando sulla mediazione della B5 Assessoria, in cui le azioni di disturbo non sono certamente mancate.


C’era anche il Real San Giuseppe in corsa per Dillien, lì avrebbe potuto ritrovare quell’Omar Rahou con cui ha condiviso l’esperienza in Nazionale (anche Rahou ne ha fatti due stasera). Ma il progetto presentato dallo Sporting Sala Consilina evidentemente lo ha convinto al punto di abbracciare il grande sogno salese e di mettersi subito a disposizione della sua nuova famiglia per contribuire alla realizzazione dell’obiettivo stagionale: la promozione in A2, al fianco anche di Rafael Redivo, che lo ha preceduto nella sua calata nel Belpaese.


CHI E’ STEVEN DILLIEN? - Come detto, compirà 29 anni il 24 febbraio. Ha esordito con la maglia dell’Hoboken, nel campionato organizzato dalla BZVB, conquistando un titolo belga, una Coppa del Belgio (più un secondo posto), una Supercoppa e disputando per sette stagioni i playoff. Con la maglia dell’Hoboken vince la classifica dei marcatori con ben 51 gol realizzati, risultando anche il miglior giocatore nel 2012, anno in cui vince pure la Coppa del Benelux. Sempre nel 2012 va a giocare con il Malle, club con il quale milita sino al 2019, anno in cui viene votato miglior giocatore del massimo campionato belga dietro all’ex pescarese Grello, in forza all’Halle-Gooik, laureandosi capocannoniere della Prima Divisione con 38 realizzazioni. 


Nella stagione 2019/2020 gioca nel Topsport Antwerpen, aggiudicandosi la Supercoppa nazionale, un’altra Coppa del Benelux, segna 25 gol e viene eletto secondo miglior giocatore del massimo campionato dietro a Omar Rahou. E con la stagione interrotta prematuramente dal Covid, ecco materializzarsi il sogno italiano anche per Steven Dillien, che nei prossimi giorni, una volta ufficializzato, si unirà ai suoi nuovi compagni di squadra deciso a dare il suo contributo nella corsa verso lo storico salto in A2.