breaking news New

21/01/2021 20:35

Il Città di Mestre aspetta il match con l'Arzignano. La carica di Douglas: "Dobbiamo dare tutto

Seconda di ritorno per il Città di Mestre. Al Franchetti sabato 23 gennaio alle ore 16.00 arriva l’Arzignano, fresco vincitore a Montebelluna nel recupero infrasettimanale.

-Ma contro questo ostico avversario che Campello Motors vedremo? Quello surreale visto con il Saints Pagnano o quello esagerato contro Milano?

Il vero Città di Mestre è quello che avete visto sabato scorso a Milano,” commenta uno dei protagonisti di quella sfida, Douglas autore di una tripletta, che avrebbe potuto essere un poker se ci si fosse accorti che il rigore era effettivamente entrato in porta. “A dire il vero ne ho messi dentro cinque, c’è anche l’autorete.” Ricorda ridendo il laterale brasiliano.

Bene a Milano ma abbiamo comunque bisogno di recuperare almeno un paio di giocatori che per ora sono fuori rosa. Compagni del calibro di ZannoniQuinellatoZanardo e speriamo di avere almeno a disposizione Mazzon che nell’ultimo turno non era presente.”

-Sopperire a cosi tante assenze non è stato facile e i tre punti lombardi sono anche frutto di rabbia e determinazione, la stessa che Douglas ha manifestato dopo la sua rete del pareggio.

Sono un giocatore che segna sempre. Mentre quest’anno era la mia quarta partita che non trovavo la porta. Inoltre avevo appena sbagliato il rigore. Così ero un po’ frustrato. Poi noi avevamo proprio bisogno di quei tre punti. Così quando sono riuscito a trovare il diagonale giusto ho tirato fuori un po’ di tutto. Penso che adesso siano cambiate un po’ di cose, sono più tranquillo, di segnare, di giocare.”

-E ci vuole tutta la tranquillità necessaria per affrontare Arzignano sabato al Franchetti.

Mi aspetto delle grosse difficoltà. Loro erano in serie A e hanno tanta esperienza, quindi, dobbiamo buttare fuori tutto quello che abbiamo, la grinta, la forza, perché in casa nostra non possiamo più perdere punti.”

-Anche se ad Arzignano avete fatto una prestazione maiuscola.

In superiorità numerica abbiamo anche rischiato di vincere con il tiro allo scadere di Crescenzo. Adesso però forse siamo riusciti a superare la tensione che ci attanagliava prima. Sappiamo tutti che possiamo dare di più per la squadra e quando il risultato non arriva è normale che possa crescere la pressione. Adesso stiamo tutti meglio, ci siamo sbloccati.”

-E la prova del nove ci sarà sabato alla seconda di andata contro Arzignano, crocevia di una stagione che può definitivamente decollare.

Il match sarà arbitrato dai signori Angelo di Gradisca d’Isonzo e Zucchiatti di Tolmezzo. Crono: Fior di Castelfranco Veneto



Ufficio Stampa Città di Mestre