breaking news

15/05/2021 21:35

Il CMB regge solo un tempo: l’Italservice piazza il break nella ripresa e vince con merito gara-3

Si ferma in gara-3 un gran Signor Prestito CMB Matera che deve arrendersi al cospetto della capolista della regular-season Italservice Pesaro. Una prova senza dubbio di rilievo da parte dei biancorossi che, sia in attacco sia in difesa, non sbagliano praticamente mai. E contro un Pesaro di queste dimensioni, anche per l’ottimo CMB (privo ancora di Wilde) si fa durissima.  

PRIMO TEMPO – Un avvio di gara a ritmo forsennato, bellissimo e spettacolare, degno di una cornice come gara-3 (e siamo ancora ai quarti di finale). Trascorrono 1’22’’ e De Oliveira supera Weber per il vantaggio pesarese. E sono proprio i padroni di casa a dettare sia i tempi di gioco, sia l’intensità del match. L’attacco di Colini si esalta su due azioni d’angolo. Salas e Honorio, da una banda e dall’altra, pescano in due diverse occasioni Marcelinho che calcia al volo; nella prima occasione il pivot colpisce il palo, nella seconda è ottimo l’intervento di Weber che tiene a galla i suoi, uscendo alla perfezione su Fortini, liberatosi al tiro dopo una bella finta. Altro legno dell’Italservice Pesaro, lo timbra Honorio, ma ancora Weber è decisivo sfiorando quel tanto che basta.

Signor Prestito che si difende comunque in maniera ordinata e appena ha la possibilità cerca di ripartire. Da manuale il contropiede orchestrato da Santos e Bizjak, con quest’ultimo che conclude in fondo al sacco. A 10’52’’ è 1-1. Il gol rinvigorisce il Signor Prestito, che crea qualche pericolo dalle parti di Miarelli, ma dall’altra parte è ancora Weber a sbarrare la strada a Borruto, con una grande uscita sul taglio centrale del ‘cobra’; l’estremo difensore dei lucani si ripete anche sulla ripartenza avversaria, con Salas che libera al tiro Canal.  

A 5’24’’ dall’intervallo, quinto fallo degli ospiti che, nonostante ciò, non disdegnano il pressing alto. Fortini allora illumina per Marcelinho e la botta di quest’ultimo finisce in gol. Pesaro che torna in vantaggio a 4’08’’ dall’intervallo e CMB che pressa alto, ma la rete di passaggi dei padroni di casa è magistrale e libera Tonidanel che, tutto solo in banda mancina, trova il punto del 3-1. In chiusura di tempo Neto ci prova su punizione, Miarelli risponde presente.

SECONDO TEMPO - Pesaro che riparte col piede sull’acceleratore e Canal per due volte sfiora il poker. Poi è Salas che prova l’eurogol con un pregevole pallonetto che non inquadra però lo specchio. Si accende Borruto, tripla chiusura difensiva in tre azioni differenti e, nell’ultima, disegna un contropiede da manuale con Marcelinho che chiude il triangolo ed il 4-1 è cosa fatta.

È il momento decisivo della partita, il Signor Prestito incassa altre due reti nel giro di neanche un minuto. Le griffe sono di Canal prima e Borruto poi, a porta vuota. Il 6-1 taglia le gambe agli ospiti, ma Ramon prova a suonare la carica e con una bordata accorcia le distanze e prova a reagire. Non basterà. La squadra di Colini è in trance agonistica, chiude tutto in difesa e colpisce ancora con Borruto e Canal. Solo per le statistiche la rete di Santos a giochi praticamente conclusi.  

La squadra di Nitti esce a testa altissima dai play-off e conclude positivamente la sua stagione con davvero pochi, pochissimi rimpianti. Per l’Italservice la strada per lo scudetto prosegue, in attesa di conoscere l’avversario tra Feldi Eboli e Syn-Bios. 

ITALSERVICE PESARO-SIGNOR PRESTITO CMB 8-3 (pt 3-1) 
ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Del Grosso, Vesprini, Guennounna, Ceccolini, Tonidandel, Fortini, Salas, Honorio, Borruto, Canal, Taborda, De Oliveira, Cuzzolino, Marcelinho, Jefferson. All. Colini
SIGNOR PRESTITO CMB: Weber, Strippoli, Nucera, Garrido, Neto, Galliani, Pulvirenti, Well, Santos, Perrucci, Ramon, Arvonio, Cesaroni, Bizjak. All. Nitti
ARBITRI :Michele Bensi (Grosseto), Walter Suelotto (Bassano del Grappa), crono: Nicola Lacrimini (Città di Castello)
MARCATORI: pt 1'22'' De Oliveira (IP), 10'52'' Bizjak (CMB), 15'52'' Marcelinho (IP), 16'48''Tonidandel (IP), st 5'06'' Borruto (IP), 5'39'' Canal (IP), 6'06'' Borruto (IP), 9'28'' Ramon (CMB), 10'46'' De Oliveira (IP), 15'48'' Canal (IP), 19'10'' Santos (CMB)
NOTE: ammoniti Tonidandel (IP), Isi (CMB), Well (CMB), Pulvirenti (CMB)


fab cant