Il Melilli torna a sorridere: settebello al Cataforio e prestazione perfetta

Torna alla vittoria il Melilli, dopo tre sconfitte di fila, e lo fa in modo convincente, nel recupero, contro un Cataforio che seppur meno dotato tecnicamente, ha giocato con carattere e ci ha provato fino all’ultimo.

Tra le fila siciliane assenti gli squalificati Zanchetta e Gianino, out anche mister Batata, ma solo nelle vesti di giocatore e non di allenatore. Rientra invece Monaco, una pedina che risulterà fondamentale. Nei reggini ancora assente Cris Laganà e insieme a lui Martino (oltre l’infortunato Mancuso). Sfida dal sapore doppiamente particolare per il portiere Gianluca Parisi, grande ex di turno, che sfida il fratello, Paolo, a guardia della porta del Cataforio. 

PRIMO TEMPO – Melilli che parte immediatamente con un ottimo giro palla, ma le prime occasioni sono per il Cataforio, con Andrea Labate che trova attento Gianluca Parisi. Al contempo, dalla parte opposta del campo, il Melilli passa al primo tiro grazie a Lucas Bocci che si mette in proprio e sblocca il punteggio con uno spunto personale. Poi è Paolo Parisi che vola a sventare il tiro di Monaco, mentre Gianluca si salva in angolo sul tiro di Scopelliti. A 6’14’’ nuovamente Melilli in gol, Monaco si gira in area e raddoppia. Succede poco o nulla fino a metà della prima frazione di gioco. In sette secondi il punteggio cambia due volte: prima è Modafferi che accorcia il parziale mettendo il piede e approfittando di uno svarione della difesa di casa. Neanche il tempo di aggiornare il tabellone luminoso che Monaco riporta subito sul +2 la squadra di Batata.

Praticò prova un paio di minuti con il quinto di movimento, senza effetti, mentre Monaco a 1’15’’ dall’intervallo, trova un eurogol (gran tiro dalla distanza che si infila nell’angolino) regalandosi così la tripletta personale che mette le ali ai suoi. In chiusura di tempo l’ex Parisi respinge in angolo una punizione di Modafferi.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con i tiri pericolosi di Andrea Labate e Cilione. Parte meglio la formazione ospite e proprio capitan Cilione, al 4’, dimezza lo svantaggio. Come però accaduto già nel primo tempo, il Melilli rimette subito a distanza gli avversari. Sugli sviluppi di una punizione Bocci evita due avversari e trova il sette (4’40’’). Proteste dei reggini che reclamano perché Parisi stava ancora sistemando la barriera sul piazzato.

La rete galvanizza ancora di più i padroni di casa e affossa definitivamente i calabresi. Fioccano le occasioni per il Melilli, Bocci vicinissimo alla tripletta evita tutti e scivola all’ultimo momento a porta vuota. Poi sono Moraes e Tarantola che vanno davvero a un passo dalla sesta rete, che arriva grazie alla ribattuta vincente di Rizzo che a 9’53’’ fa scorrere i titoli di coda sul match. Lo stesso Rizzo avrà modo di aumentare lo score personale, approfittando della porta vuota e timbrando il definitivo 7-2. Spazio nel finale anche per i debuttanti Spada e Bruno.

CITTÀ DI MELILLI-CATAFORIO 7-2 (pt 4-1)
CITTÀ DI MELILLI: G. Parisi, Failla, Monaco, Bocci, Moraes, Chalo, Schembri, Rizzo, Tarantola, Spada, Mignosa, Bruno. All. Batata
CATAFORIO: P. Parisi, An. Labate, Scopelliti, Cilione, Durante, Adornato, Giriolo, Al. Labate, Modafferi, Torino, D. Laganà, Calabrese. All. Praticò
ARBITRI: Bartolomeo Burletti (Palermo), Mario Certa (Marsala). Crono: Fabio Perez (Milano)
MARCATORI: pt 2’50’’ Bocci (M), 6’ Monaco (M), 10’30’’ Modafferi (C), 10’37’’ Monaco (M), 19’ Monaco (M), st 4’00’’ Cilione (C), 4’40’’ Bocci (M), 9’53’’ Rizzo (M), 14’52’’ (M)
NOTE: ammoniti Cilione (C), Scopelliti (C), Moraes (M), Chalo (M), Giriolo (C), Tarantola (M)


CITTA' DI MELILLI