breaking news
  • 01/07/2022 08:05 #A2, Aquile Molfetta: ufficializzato il nuovo allenatore, è Giampiero Recchia

23/02/2022 14:28

Il Syn-Bios chiude la terza di ritorno a Eboli. Rafinha: ''Con la Feldi la sensazione è speciale''

Il campionato di Serie A non si ferma. Dopo 45 giorni di pausa, ecco la quarta gara in dieci giorni, sintomo del fatto che probabilmente le cose che non funzionano nel calcio a 5 italiano sono tante e non vengono necessariamente dall'esterno. 


Stasera, il Syn-Bios Petrarca torna in campo, di scena al PalaSele di Eboli per la terza giornata di ritorno. I bianconeri affrontano la Feldi, formazione agguerritissima e dotata di un potenziale da primissimi posti, nonostante la classifica al momento deficitaria.


Il Petrarca, che recupera Guga dopo il turno di squalifica, non potrà contare su Bastini e Marchese, in forse fino all'ultimo. Ben sei gli Under in lista: oltre al portiere Alves, ci saranno anche Catelli, Celotto, De Luca, Galesso e Marzari tra i convocati del mister Giampaolo per la sfida di Eboli.


Una partita sulla quale ha prestato la sua analisi Rafinha Novaes.


- Avete imboccato la strada dei pareggi: passino la rimonta col Napoli e quella di Dosson, ma il pari col Manfredonia… Possibile che non riusciate più a vincere?


“Purtroppo i dati sono quelli. Riguardo le partite che abbiamo pareggiato in trasferta e contro squadre qualificate, come il Napoli e la Came Dosson, che nonostante stia sotto la classifica è una squadra molto qualificata, con tutto il rispetto posso dire che contro il Manfredonia, giocando in casa, abbiamo commesso un errore nel non prenderci tutti e 3 i punti, soprattutto ripensando alle occasioni da gol sprecate. Poi siamo stati puniti con il loro gol alla fine della partita: questo è il futsal e può accadere, come è anche successo a nostro favore in alcune partite. Ma adesso non possiamo pensare alle partite che sono già passate, dobbiamo pensare a vincere le prossime”.


- E stasera, a Eboli, avete anche certe motivazioni contro la squadra che vi ha eliminato dai playoff lo scorso anno e che all'andata siete riusciti a battere in rimonta e in extremis: che partita sarà e cosa ti aspetti a livello di prestazione?


“E’ vero. Oggi è una partita di una sensazione speciale, soprattutto per quelle che sono state le ultime situazioni verificatesi contro l’Eboli. Sarà una partita di altissimo livello, quelle in cui la concentrazione deve essere sempre alta, per non commettere errori: una partita tra due squadre fatte di grandi giocatori, ma non possiamo pensare ad altro che vincere”.


Gli appassionati potranno seguire il match alle ore 20 in diretta su www.futsaltv.it.