Isola5, un pari che vale una vittoria a San Martino. Stefani: ''Prova importante, ma il 4-4 brucia''

Un pareggio importante in casa della capolista imbattuta Gifema Luparense per tenere alto il morale e sperare ancora di centrare almeno il quarto posto finale della “regular season”. Un sabato da applausi per l'Isola5 di mister Stefani che a San Martino di Lupari avrebbe meritato anche la vittoria, ma quando si gioca contro squadre di un certo calibro basta una giocata per lasciare l'amaro in bocca e il punto per mister Stefani sa comunque di bicchiere mezzo pieno.


"Contento dell'ennesima prestazione dei miei ragazzi - spiega il tecnico biancorosso - abbiamo sempre fatto bene raccogliendo poco. Contro la Gifema siamo stati bravi a concretizzare di più davanti ad una squadra forte che ha dimostrato tutto il suo valore anche nell'azione del pareggio finale. Ci teniamo stretto il punto consapevoli che sarà un finale difficile e tutto in salita, coi ragazzi che stanno tirando fuori il meglio senza alcuna paura. Certo non nascondo il rammarico per quel 3-0 in casella poi finito 4-4, ma il passato non si cambia e sguardo in avanti".


- Sul 3-0 unica nota stonata l'infortunio al portiere Urbani.


"Loris è uscito dal campo e tutti sappiamo quanto sia importante la sua presenza e il suo peso tra i pali in partite del genere. Speriamo di recuperarlo quanto prima, consapevoli che Giovanni Gonella ha dimostrato carattere e forza, non era per nulla facile entrare in campo in quel momento, da freddo, e aiutare i propri compagni a strappare il pari dal campo della primatista. Bravo Giovanni".


- Forlì in casa e poi Sassuolo, due gare pesanti.


"E aggiungerei decisive, anche se il nostro destino non dipende solo dai nostri risultati in queste ultime due sfide. Noi lavoreremo duramente in settimana per centrare due vittorie e poi faremo i conti coi numeri della classifica. Teniamoci stretti il pareggio di sabato e continuiamo a lavorare su questa strada".