Melis coccola il suo Cagliari: “Squadra in crescita. La Leon? Diamo tutto per non avere rimpianti”

Cagliari in crescita e lo si stava già vedendo. Nell’ultimo periodo, nonostante tanti match ravvicinati, i pareggi contro Videoton ed Elledì Fossano e la sconfitta in rimonta contro la Leon, sono sinonimo di questa crescita.

Abbiamo chiesto un bilancio all’allenatore della formazione cagliaritana, Gianni Melis.

“Il Cagliari è una squadra giovane, abituata e creata in Serie C ed era pertanto normale che l’approccio alla categoria superiore poteva essere influenzato dall’inesperienza. I ragazzi stanno assimilando questa nuova consuetudine e stanno crescendo. È chiaro, la categoria è forte, questo è un girone dal tasso tecnico e fisico elevato. La squadra si sta riprendendo, il passato lo lasciamo agli altri, noi parliamo sempre di futuro e penso che i ragazzi lo sappiano bene e si prepara la gara dal lunedì al venerdì. Poi vale ciò che si fa il sabato. Tutte le premesse vanno in frantumi se non si affrontano le gare nel modo giusto. Dobbiamo dimostrare tutto in campo”.

E a proposito della Leon, sabato il calendario vi rimetterà l’una di fronte l’altra a distanza di poco tempo.

“La Leon? Una gran bella squadra, con giocatori di livello assoluto. Nella precedente sfida abbiamo fatto una grande gara, ma purtroppo nell’arco del match è venuta fuori la differenza tecnica. Forse ci stava un pareggio, ma certamente loro non hanno rubato nulla. È una delle migliori squadre che ho visto in questa stagione e sicuramente merita il primo posto in classifica. Una classifica che, a questo punto del campionato, parla chiaro riguardo quelli che sono i valori molto ben delineati. Sarà uno stimolo in più per i miei ragazzi, cercare di fare bene, dando tutto. Se poi questo basterà per vincere saremo stati bravi, al contempo se non dovesse arrivare la vittoria accetteremo qualsiasi verdetto sportivo, consapevoli però di aver dato tutto in campo e di non esserci risparmiati”.