Miraglia non si fida del Modena: ''Loro già qualificati? Per noi non sarà un vantaggio''. Out Halimi

Il campionato riparte… per rifermarsi subito. Una toccata e fuga all’insegna del come complicare la vita a società a tesserati, visto che la stagione è stata interrotta per due settimane e dopo la gara di domani con il Modena Cavezzo, quartultimo atto dei campionati nazionali, ci si tornerà a fermare per la Pasqua. Sottigliezze per quelle realtà che stanno pensando solo a coronare il propri obiettivi: tra queste lo Sporting Altamarca, che nelle ultime due settimane ha concentrato le proprie attenzioni solamente sulla preparazione della sfida con gli emiliani che domani metterà in palio punti veramente pesantissimi. 


- Gabriel, come vi accingete ad affrontarla?


“La sosta ci ha concesso un po’ di serenità e ci ha dato il tempo necessario per preparare la fase finale del campionato. Contro il Modena sarà una partita atipica per quando riguarda la parte tattica. Visto la nostra posizione in classifica, non ci restano alternative se non affrontarla a viso aperto per cercare i tre punti”. 


- Sabato potreste mettere una decisa ipoteca sulla salvezza, visto che il Prato ospita il Massa e la Fenice riposa. Quale sarà la chiave di lettura della vostra partita considerando l'assenza di Halimi e il vantaggio che il Modena è ormai certo di poter giocare i playoff?


“Non credo che la loro avvenuta qualificazione ai playoff sia per noi un vantaggio. Giocheranno mentalmente tranquilli e, conoscendoli bene, di sicuro non mancheranno di cattiveria. Magari decideranno di risparmiare un paio di giocatori, ma non mi risulta nulla di certo in questo senso. Comunque sia, dobbiamo pensare alle nostre carte e a quello che possiamo fare. Li abbiamo studiati e sappiamo dove meglio possiamo colpirli”.


- Nel girone di ritorno l'Altamarca ha progressivamente acquisito quelle sincronie che erano mancate durante l’andata. Sei soddisfatto del percorso fatto nella seconda parte della stagione e, salvezza a parte, dove pensi che la squadra riuscirà a collocarsi come classifica alla fine del torneo?


S”arò soddisfatto solo quando avremo raggiunto la salvezza. Abbiamo avuto un grosso miglioramento, ma ci resta da fare ancora un ultimo sforzo. Sono convinto che possiamo salvarci senza dover affrontare i playout. Da neopromossa, mantenere la categoria è già di per se un gran risultato”. 


Per mister Miranda l’unica defezione, purtroppo obbligata, sarà quella di Halimi, impegnato in Svezia con la Nazionale dell’Albania nel Preliminary Round verso il Mondiali del 2024.