Napoli, la strada è quella giusta: battuto il Pescara a Cercola. La Final Eight è ora più vicina

Lo spirito di gruppo, le giocate spettacolari e la caparbietà nel 6-4 del Napoli a Cercola contro il Pescara. Un incontro mozzafiato conquistato dagli azzurri grazie al bis di Coelho ed alle firme di Hozjan, De Simone, Grasso e Fortino. Primo timbro nella competizione per il 10 e per il Carucha. Sono 23 i punti in classifica, al quarto posto insieme all’Olimpus Roma ed a -1 dall’Opificio Cmb terzo. Il 28 dicembre di nuovo in campo, ad Eboli e su Sky il derby con il Real San Giuseppe.

PRIMO TEMPO – Il primo squillo è di marca ospite con Misael da fuori, Gui impegna Marcio Ganho. Break di Grasso e tocco morbido di Bruno Coelho, respinge Mazzocchetti. Dall’altra parte André prova a piazzarla, ma ad 8’10” la sblocca il portoghese su assist da corner di Turmena. L’intervento di De Simone sulla conclusione a botta sicura dell’insidioso Misael. Su rilancio da portiere a portiere, quello del Pescara respinge a pugni uniti in fallo laterale: il Napoli protesta ma il possesso è assegnato agli abruzzesi, nasce così il pari di Murilo dopo lo scambio con il pivot (1-1 a 11’04”). Un giro di lancette ed il numero 8 di Palusci vince una serie di rimpalli, la sfera arriva a Misael che non sbaglia e fa 1-2 in maniera rocambolesca. Fernandinho in girata a centimetri dal bersaglio grosso, Mazzocchetti vigile su Turmena. Lo stesso numero uno, pressato, sbaglia il rinvio e colpisce Hozjan: palla in rete e 2-2. Ganho in uscita su André, il 17 partenopeo ha una chance ma si fa nuovamente ipnotizzare. Finisce così in parità la prima frazione.

SECONDO TEMPO – Si ricomincia con l’occasione per Murilo, a 2’29” il 3-2: Fernandinho strappa il pallone a Coco Wellington e tutto solo davanti all’estremo difensore serve Turmena, il passaggio per Coelho a porta sguarnita e la doppietta del numero 7. Reazione rabbiosa di Gui, si allunga Ganho. Altra transizione locale, Grasso spreca da due passi. Il Toro a 3’22” per il 3-3, Misael calcia ed il portiere non trattiene favorendo il tap-in avversario. Perugino sul secondo palo sull’esterno della rete, al 4-3 però ci pensa Luca De Simone. La prima firma in A del talento dal sangue azzurro giunge a 7’56” accentrandosi e battendo un Mazzocchetti non perfetto. Ganho con le mani, il Diez di testa per Fernandinho ma il pallonetto è neutralizzato. Vola il numero uno di Basile sulla botta di Misael, è Grasso a mettere nel sacco la quinta realizzazione con un anticipo e la chiusura dell’azione a 12’52”. Palusci schiera così il suo 20 come power play: l’accelerazione bruciante di Coelho conduce al goal di Fortino su assist di Fernandinho (6-3). Robocop poi sull’altro fronte salva sulla linea sull’accorrente Gui, è sempre l’11 a ridurre il gap a 16’44”. Il coast to coast di Murilo ed il miracolo di Ganho l’ultima emozione di una partita bellissima che il Napoli mette in tasca per 6-4 e che avvicina il club del presidente Perugino alla Final Eight di Coppa.

GLI HIGHLIGHTS

SALA STAMPA “Abbiamo affrontato una squadra fortissima – dice mister Basile, - vinto meritatamente e creato tantissimo. È da quattro, cinque gare che giochiamo più che bene. Complimenti ai ragazzi, è stata una prestazione incredibile. Andiamo avanti, con questo successo la classifica si è fatta molto interessante”.


Ufficio Stampa Napoli futsal