Niccolò Picchietti veste di umiltà i Grifoni: ''Questa rosa ha qualità. Ma occhio al San Miriano''

I Grifoni che viaggiano in vetta alla classifica del campionato umbri di Serie C1 con il conforto non solo dei risultati ma anche delle prestazioni. Uno dei giocatori che hanno fatto sentire il loro peso nelle vicende del campo è stato certamente Niccolò Picchietti: il giovane talento spellino parla con soddisfazione di come stanno andando le cose alla luce di quanto fatto vedere in queste prime gare ufficiali sia di campionato che di Coppa Italia.


“Ovviamente i risultati e le prestazioni rendono tutti soddisfatti. Già dall’anno scorso volevamo dimostrare quello che valevamo purtroppo la situazione del Covid non ce l’ha permesso. Per fortuna siamo la stessa squadra dell’anno scorso, sappiamo quello di cui siamo capaci. Abbiamo cominciato benissimo, è vero, però so che possiamo fare di più e che ancora non stiamo esprimendo al massimo il nostro gioco, viste le qualità che abbiamo in squadra: se arriviamo a quel massimo sicuramente ci potremmo togliere delle belle soddisfazioni”. 


- Non c'è stata partita finora in cui non hai fatto valere le tue capacità sia in versione assist-man che in fase di realizzazione. Possiamo dire che il valore aggiunto di questa squadra sei tu?


“Io cerco di dare sempre il massimo, sto imparando molto dai più grandi visto che arrivo da un mondo completamente diverso come il calcio, dove ho giocato pure in Serie D un anno con il Bastia, ed è stato molto impegnativo ovviamente ma mi ha fatto crescere molto sia mentalmente che fisicamente. Spero di continuare ad avere questo rendimento a suon di gol e assist per aiutare la squadra”.


- Sabato andate in trasferta e sulla carta il pronostico con il San Mariano è tutto dalla vostra parte. Le tue previsioni e quale consiglio senti di dare ai tuoi compagni in vista di questo impegno che solo in apperenza appare agevole?


“Credo che in questo campionato le partite facili non esistano, andiamo a giocare su un campo ostico dove ovviamente i padroni di casa devono fare punti. Noi dobbiamo andare con la giusta mentalità ed esprimere il nostro gioco senza cali di concentrazione, come successo ad Orvieto in coppa, facendo così sicuramente ci porteremo a casa punti importanti”.