Olimpus Roma U.19, capitan Seferi esalta il collettivo: "Tutti ci siamo presi delle responsabilità"

Poter alzare per primo al cielo un trofeo rispetto a tutto il resto della squadra dev'essere certamente una bella emozione, ma prima di tutto è sicuramente un grande onore che premia la costanza, l'impegno, i valori e l'autorevolezza che un capitano deve saper incarnare per meritarsi di indossare la fascia al braccio. Ragionando in quest'ottica, Besart Seferi l'onore di sollevare il trofeo dello Scudetto domenica scorsa a Faenza (oltre alla Coppa Italia a Policoro a fine marzo) l'ha ottenuto a buon diritto, contribuendo sia in termini di prestazioni in campo sia di leadership espressa in spogliatoio. Perché alla fine, solo conquistando i cuori dei compagni con il carisma e il rispetto, si finisce per essere festeggiati alla grande dal gruppo, proprio come accaduto al talentuoso classe 2004 (l'immagine di copertina è piuttosto eloquente). 

Ma il capitano non deve essere certo colui che da solo si carica di tutte le colpe o i meriti; al contrario egli deve saper far sentire protagonista ogni compagno, responsabilizzandolo. E anche sotto questo punto di vista, come si può ben intuire dalle sue dichiarazioni post-gara che ci ha concesso sul parquet di Faenza immediatamente dopo la premiazione, Seferi ha dimostrato di essere il capitano perfetto per la formazione capitolina.

- Besart, da capitano hai sicuramente una responsabilità in più: quanto l'hai sentita questa responsabilità? Aver vinto il double con la fascia al braccio aumenta la soddisfazione per questo traguardo?

“Sicuramente, ma è una soddisfazione per tutti, non soltanto per me. Tutti ci siamo presi delle responsabilità, non solo io. Credo che abbiamo fatto un percorso incredibile, solo la Roma era riuscita a fare il double, quindi siamo veramente contenti: tutti quanti abbiamo dato tutto”. 

- A questo punto per il prossimo anno questo gruppo può pensare di nuovo in grande? Forse è anche d'obbligo farlo?

“Assolutamente sì; sappiamo che l’Olimpus punta sempre a vincere, poi ci sono le partite e devono essere giocate. Noi sicuramente punteremo sempre a vincere come abbiamo fatto quest’anno”.






Foto: Divisione Calcio a 5