Osmani e Wade riprendono la Dolomiti Energia: a Rovereto il Miti Vicinalis strappa un punto prezioso

Partita pazza quella andata in scena a Rovereto tra la Dolomiti Energia Olympia e il Miti Vicinalis. Un pareggio per 4-4 è stato il risultato finale, arrivato dopo 40 minuti di gol, occasioni, cartellini e polemiche. 


LA CRONACA - Nei primi dieci minuti dell'incontro non mancano le occasioni con Maddalosso e Bazzanella per i padroni di casa e Bardini per il Vicinalis. Proprio un tiro del giocatore trevigiano, al 10' viene deviato sulla traversa dalla gamba del portiere avversario Bernardelli. La risposta delle "Pantere" però non tarda ad arrivare: a 9'32" la formazione di Saiani trova la rete dell'1-0 con la conclusione di Onzaca in mezza sforbiciata. Lo stesso Onzaca, un minuto dopo, centra anche un palo. A questo punto il Miti Vicinalis comincia a macinare gioco con maggiore convinzione, arrivando alla conclusione con i tentativi ripetuti di Osmani e Casagrande. Quest'ultimo infatti a 15'11" vede premiati i propri sforzi, quando dopo essersi girato nei pressi dei limiti dell'area, libera un sinistro che non lascia scampo a Bernardelli. A 21 secondi dal rientro negli spogliatoi però i roveretani ristabiliscono le distanze: capita Cristel approfitta di un pallone sanguinoso non spazzato dall'area biancorossa e beffa Decrescenzo, autore fin lì di parate decisive compiute a ripetizione. Il primo tempo si chiude poi con il gol di tacco sfiorato da Osmani a pochi passi dalla porta. 


La seconda frazione comincia nel segno della Dolomiti Energia, capace di allungare sul 3-1 dopo 14 secondi: la firma è di Thyago, abile a segnare dalla fascia sinistra. La formazione veneta però non demorde e accorcia le distanze al 24' con un Casagrande in stato di grazia: l'ex Atletico Nervesa prima sfiora il palo, poi approfitta di un pallone vagante partito dalla precedente conclusione deviata di Bardini e trafigge Bernardini per il provvisorio 3-2. A 14'50" della ripresa è sfortunato il team trevigiano: la conclusione dalla sinistra di Thyago viene deviata nella porta biancorossa da un incolpevole Wade, portando il punteggio sul 4-2 trentino. Il palo colpito due minuti e mezzo dopo da Cristel fanno da preludio all'assalto ospite alimentato proprio da Wade e da Dos Santos. Dopo l'ammonizione di Bazzanella - che scaglia un pallone sul soffitto con un gesto giudicato forse erroneamente polemico - e un'occasione sciupata da Rafinha, la Dolomiti Energia rimane con un uomo in meno a 13'08": Onzaca prima viene ammonito per un fallo, poi espulso per "linguaggio offensivo", presumibilmente nei confronti del secondo arbitro. Il Miti Vicinalis tuttavia non approfitta dei due minuti di superiorità numerica, vedendo addirittura Thyago colpire un palo. Quando ritorna la parità numerica, paradossalmente i vazzolesi si rendono più pericolosi, tanto da rifarsi sotto sul 4-3 al 36' grazie al "golazo" da fuori area di Osmani. A 36'45" arriva anche la rete del 4-4 grazie a un felino Wade, rapido nel liberarsi in area per insaccare e "riscattare" il proprio autogol. A 1'32" dal termine Saiani si gioca la carta Thyago come quinto di movimento ma la mossa non porterà i frutti sperati. Il finale col botto però non manca: quando mancano 52 secondi Edoardo Peruzzetto, dopo aver toccato un pallone di mano in ripartenza, frana su un giocatore dell'Olympia quando il gioco si era praticamente già fermato: il secondo arbitro non fa a tempo a tirare fuori il cartellino giallo per il primo intervento, che il primo direttore di gara estrae invece il rosso, giudicando l'entrata del giovane biancorosso come intenzionale. Alla fine la gara termina sul punteggio di 4-4, tra il rammarico dei locali e la gioia degli ospiti. 


IL COMMENTO - Come detto in apertura, è stata una partita pazza, in cui i gol sarebbero potuti essere molti di più. Una Dolomiti Energia a tratti sfortunata e a tratti poco cinica si è ritrovata davanti a un Miti Vicinalis più convincente rispetto alle ultime uscite, capace di sfoderare una personalità che gli ha permesso di tradurre finalmente in gol le proprie idee di gioco. 



DOLOMITI ENERGIA OLYMPIA ROVERETO - MITI VICINALIS 4-4 (pt 2-1) 

DOLOMITI ENERGIA OLYMPIA ROVERETO: Bernardelli, Zeni, Thyago, Moufakir, Rafinha, Maddalosso, Granello, Bazzanella, Onzaca, Cecchin, Veronese, Cristel. All. Saiani 

MITI VICINALIS: Franceschet, Martini, Bardini, Wade, Dos Santos, Casagrande, Osmani, Zanatta, E.Peruzzetto, Decrescenzo, Bettiol, Furlan. All. A.Peruzzetto 

ARBITRI: Macca di Imola, Baldo di Conegliano. Crono: Manica di Rovereto 

MARCATORI: pt 10'28" Onzaca (DE), 15'11" Casagrande (MV), 19'39" Cristel (DE), st 0'14" Thyago (DE), 3'46" Casagrande (MV), 5'10" autogol Wade (MV), 15'23" Osmani (MV), 16'45" Wade (MV) 

NOTE: ammoniti Rafinha (DE), Cristel (DE), Dos Santos (MV), Onzaca (DE) per gioco falloso, Bazzanella (DE) per comportamento antisportivo. Espulsi a 13'08" st Onzaca (DE) per linguaggio offensivo, a 19'08" st E.Peruzzetto (MV) per fallo antisportivo


Ufficio stampa Miti Vicinalis