breaking news

30/04/2021 10:00

Papale orgoglioso del Melilli: “Ci si aspettava di più? Vuol dire che abbiamo lavorato bene”

“Sicuramente in molti si aspettano sempre di vedere il Città di Melilli concorrere per un campionato di vertice e questo vuol dire che la dirigenza neroverde ha lavorato bene”.

Con queste parole Francesco Papale, presidente del Melilli, apre la sua analisi nel bilancio finale della stagione. Dalle parole del massimo dirigente degli aretusei, il bicchiere è senza dubbio mezzo pieno.

“Il campionato appena terminato ci ha portato ad un risultato importante, se lo si rapporta al periodo storico che stiamo vivendo. Il Covid sicuramente ha creato non pochi problemi, non solo perché non abbiamo avuto la presenza del nostro pubblico nelle gare casalinghe, ma anche perché tanti sponsor, per via delle problematiche avute a loro volta, ci sono venuti a mancare. Aver completato la stagione senza problemi di salute per i nostri atleti e con il Città di Melilli che ha mantenuto la Serie A2, è un motivo di grande orgoglio e soddisfazione, così come lo è il fatto di essere arrivati all’ultima giornata a giocarcela per entrare nei play-off. Solo una serie di circostanze negative non ce lo ha permesso”. 

Tanti i cambiamenti in corso d’opera, fatti però sempre con le migliori intenzioni.

“Abbiamo fatto tanti cambiamenti, ma erano sempre orientati a migliorare e mai a peggiorare la situazione. Alla luce dei fatti possiamo dire che tali cambiamenti ci hanno portato a garantire la salvezza e la possibilità che l’anno prossimo questa squadra possa nuovamente disputare la Serie A2. Chissà, al contrario, senza questi cambiamenti, che tipo di risultato si sarebbe raggiunto”.

Infine, lo sguardo del presidente volge al futuro.

“Il prossimo anno speriamo di ripartire senza i problemi legati al Covid e quindi, prima di tutto, poter riabbracciare il nostro pubblico e poter gioire insieme dei gol e delle vittorie che arriveranno”.