Palmanova, niente Under 19. "Non potevamo chiedere alle famiglie una quota per il costo dei tamponi"

In relazione alla decisione di non prendere parte al campionato nazionale Under 19, i vertici dell'A.S.D. C5 Palmanova hanno voluto fare una dovuta precisazione sui motivi che hanno spinto il club a non prendere parte all’attività ufficiale il cui inizio è previsto per domenica 21 febbraio. Questa la nota che il club ha provveduto ha produrre attraverso Friuligol.it.

“Dopo un’attenta riflessione, valutando tutte le problematiche e i rischi per la salute dei singoli ragazzi e delle loro famiglie, avendo fatto una riunione con i giocatori e i genitori, è stato deciso di comune accordo di non partecipare.

La società ha inoltre valutato come inopportuno chiedere una quota "di partecipazione" per coprire parte del costo relativo ai tamponi, obbligatori per poter giocare nel rispetto dei protocolli vigenti, soprattutto in quesoto momento di crisi che attanaglia le famiglie. 

A malincuore, pertanto, è stata presa tale decisione con una promessa ai genitori dei ragazzi di non lasciarli fermi, ovvero di far proseguire l’attività con gli allenamenti ed integrando a rotazione i giocatori con la prima squadra, con la speranza che il contesto socio/sanitario nel quale ci troviamo oggi possa al più presto tornare alla normalità ed alla quotidianità a cui tutti eravamo abituati”.