Poggini non si fida dell'Aposa. "Vigor, è vietato abbassare la guardia: sarà una partita complicata"

Arriva l’Aposa e per la Vigor Fucecchio mettere in cassa i tre punti rappresenta un imperativo categorico. A prescindere dalla assenze che costringeranno mister Accardi a presentare una formazione rabberciata, con i vari Byaze, Ammannati e Rovella tutti sanzionati dal Giudice Sportivo. Ma come dice Tommaso Poggini, laterale classe 1991 al secondo anno in maglia Vigor e autore sin qui di 7 reti, non si potranno assolutamente fare prigionieri, anche se la Vigor affronterà una squadra che forse più dei biancazzurri sta ringhiando per allontanarsi definitivamente dalla posizioni calde. 


- Poggini, che partita sarà e come l'affronterete nella consapevolezza dell'importanza della posta in palio?


“Domani ci attende una sfida importantissima. Dobbiamo essere concentrati e fare il nostro gioco. Abbiamo delle assenze pesanti, però sono sicuro che affronteremo a testa alta questa gara”.


- Venite da una sconfitta bruciante come quella di Casalgrande in cui avete lasciato sul campo tre punti più per merito del Real o per demeriti vostri?


“Una brutta sconfitta, abbiamo avuto tanta sfortuna, abbiamo colpito ben 4 legni e alla fine purtroppo è girata male. Purtroppo sono quelle classiche giornate in cui puoi aspettarti di tutto”.


- Al primo anno in Serie B la classifica è comunque abbastanza rassicurante. Però, a questo punto, quanti rimpianti ci sono per tutto ciò che è stato lasciato per strada, punti che magari potevano dare un senso diverso alla vostra stagione?


“La classifica per ora è rassicurante, però non bisogna mai abbassare la guardia: tutte le partite sono complicate compresa quella con l’Aposa”.


VIGOR FUCECCHIO

www.vigorfucecchio.it