Reggio Sc, la beffa è servita: il pari non basta, arriva l'eliminazione in Coppa col Polistena

Una partenza da incorniciare fa da contraltare ad un finale da incubo. La Reggio SC saluta amaramente la Coppa Italia di Serie C, uscendo senza essere sconfitta, ma soltanto per due pareggi e per la regola dei gol in trasferta. I ragazzi di Tamiro mettono sotto il Polistena in avvio di gara, portandosi fino al 4-1, per poi subire negli ultimi tredici minuti una incredibile rimonta. Gara che, nonostante l’elevata posta in palio, si è giocata nella massima correttezza in campo e fuori.

Presini sblocca il parziale, Denardi raddoppia e Reggio SC in fiducia. Insana riesce ad accorciare, ma Murilo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, trova il 3-1 che decide la prima frazione.
Anche l’avvio di ripresa è di marca locale e Denardi ruba tempo e pallone al portiere avversario, superandolo per il 4-1. Mister Spanò riversa in attacco il suo Polistena, ma c’è anche Malara a dire la sua, parando un rigore al 15’ (foto, ndr). Gli sforzi profusi dagli ospiti portano Insana ad accorciare per il 4-2 al 17’, poi, sempre in situazione di power-play, Migliorini incrocia col sinistro per il 4-3 al 25’.
Finale thriller e viene assegnato un altro calcio di rigore agli ospiti, realizzato a 29’41’’ sul cronometro da Migliorini. Il 4-4 qualifica il Polistena per i gol fuori casa. Reggio SC eliminata, senza avere perso. Roba da non dormirci la notte…

Il calendario prevede adesso la stracittadina di sabato in casa della Maestrelli e poi arriverà la sosta del campionato fino al 20 novembre, data in cui Dascola e soci torneranno sul parquet del PalaBoccioni per affrontare la Sensation Profumerie.




Ufficio Stampa Reggio Sc