breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

19/10/2021 16:04

San Marino, debutti vincenti per San Giovanni, Tre Fiori e La Fiorita. Folgore e Fiorentino ok

Inizia nel migliore dei modi il cammino in campionato di San Giovanni, La Fiorita e Tre Fiori, reduci da gare rinviate e turni di riposo e perciò ieri sera al debutto. I rossoneri di Borgo Maggiore liquidano 5-1 il Cailungo – in uno dei tre derby del Castello – attingendo esclusivamente alla vena di Massimiliano Casali, autore di tutte e cinque le marcature della banda di Gualtieri. Per il Cailungo, che era passato in vantaggio con Lopez Pasaron, la sconfitta significa anche aggancio in classifica da parte dei cugini, situazione comunque assolutamente provvisoria dal momento che questi ultimi hanno alle spalle due gare in meno rispetto ai rossoverdi.

 

Cinquina anche nel caso del Tre Fiori, che supera senza problemi la prova Faetano nell’incrocio tutto gialloblù di Fiorentino. Boschi apre le marcature al 9’, poi, prima del cambio di campo, lo raggiunge nel tabellino anche Sabatino. Nella ripresa, la squadra di Bugli completa la goleada con gli acuti di Cappelli, Verri e Pelliccioni. La Fiorita ne segna uno in meno ma può comunque dirsi soddisfatta della sua prima prova al cospetto del Pennarossa, in grado di impattare subito, con Poggiali, il vantaggio lampo di Giuccioli, ma poi non in grado di resistere al ritorno della squadra di Montegiardino, che rimette la testa avanti con Pellegrini e poi dilaga fino al poker con Bollini e Beinat. Dunque il Pennarossa si vede raggiunto in testa al Gruppo B dalla coppia composta proprio da La Fiorita e dal Tre Fiori, che però hanno una gara in meno rispetto ai ragazzi di Chiesanuova. Dietro, il Cosmos si mantiene imbattuto ma deve ancora rimandare l’appuntamento con la vittoria, almeno in campionato. Per due volte la squadra di Canducci è costretta ad inseguire la Virtus, che passa a fine primo tempo con Zamboni e poi, dopo il pareggio di Nicola Giorgini al pronti-via della ripresa, ritorna in vantaggio con Aliaj, salvo vedersi riagganciata ad una manciata di minuti dalla sirena: il gol che vale il 2-2 - e con esso la conservazione del +1 in classifica - lo mette a segno Mazza.

 

Virtus che comunque abbandona quota zero e raggiunge il Faetano. Nel Gruppo A, terza vittoria su tre per la Folgore, che prima aggiusta lo svantaggio inziale e poi dilaga infliggendo alla Libertas un netto 9-2. Francesco Rossi aveva illuso i granata dopo 2’, ma Felici ristabilisce la parità già al quarto d’ora. Busignani firma il sorpasso giallorossonero a strettissimo giro di posta; prima dell’intervallo c’è tempo anche per il 3-1 di Bernardi e per il poker di Chezzi. Nella ripresa questi ultimi, assieme a Busignani, firmano i punti delle rispettive doppiette, intervallati dal gol granata di Riccardi e da un’altra doppietta, quella che Gennari mette assieme fra il 39’ e il 41’.  A punteggio pieno, ma con una gara in meno rispetto alla Folgore, c’è anche il Fiorentino, che supera di slancio la Juvenes-Dogana e si issa in seconda posizione mettendosi alle spalle, fra le altre, anche il Domagnano, ieri a riposo. Esposito, Maiani, Toccaceli e Pasqualini scavano un solco profondissimo nei primi 29’, parzialmente ridotto da Mazza prima del cambio campo. Nella ripresa la squadra di Michelotti torna a spingere e gonfia il punteggio fino al 7-1 parziale, con altre due reti di Pasqualini ed una di Righi. Serve solo a rendere il verdetto meno amaro la rete che Bacciocchi mette a segno per la Juvenes-Dogana a 7’ dalla sirena.


PER Il QUADRO COMPLETO DEI RISULTATI E DELLA CLASSIFICA LEGGI QUI


Ufficio Stampa FSGC


Foto: FSGC