breaking news

19/04/2024 22:59

Serie AF, Coppa Italia: emozioni e spettacolo, allo scadere il Bitonto supera 6-5 il Montesilvano

Una partita destinata a non essere dimenticata facilmente. Alla semifinale di Coppa Italia tra GTM Montesilvano e Bitonto non è mancato niente: gioco, emozioni, strategia, ogni ingrediente possibile ed immaginabile. A spuntarla, per 6-5, sono le campionesse in carica, grazie a una magia firmata Lucileia allo scadere. 


Inizio travolgente del Bitonto, subito padrona del campo: tutti gli scontri gli sorridono e, nel giro di un minuto, colpisce due volte. Prima con Renatinha, che vince lo scontro con Pato; poi con Mansueto, servita da Grieco, complice una non irresistibile Dibiase. Prova a reagire il Montesilvano, che cerca con sin troppa calma il momento più opportuno per colpire; il Bitonto però è ben attento in difesa, chiudendo ogni varco all’offensiva abruzzese. Si fa vedere il Montesilvano: super occasione per Manieri, che di potenza deve fare i conti con il palo. A questo punto, Morgado decide di mischiare le carte in tavola e lancia immediatamente Belli come portiere di movimento: ruolo che interpreterà, ad intermittenza, fino alla fine della frazione. La mossa si rivela arguta, ed è proprio la numero 9 ad accorciare le distanze e riaprire la partita. Partita che si fa man mano più equilibrata, con occasioni da ambo le parti; la squadra di Marzuoli tampona le incursioni del Montesilvano, e nel finale torna ad impensierire Dibiase in almeno un paio di occasioni. Alla fine della frazione, però, sono le abruzzesi a colpire: ancora Belli portiere di movimento, ancora Belli letale nel concretizzare una bellissima azione tutta di prima. Il palo di Rozo chiude un primo tempo di grandissimo futsal. 


Al rientro dagli spogliatoi, passano appena 27 secondi e Renatinha, con la complicità di un erroraccio di Dibiase, riporta in vantaggio il Bitonto. Non si lascia abbattere il Montesilvano, che trascinato da Manieri macina gioco e crea tantissimo: soltanto un’ottima Jozi, per due volte, nega la gioia del gol a Rozo. Il Bitonto non ci sta e, nel primo momento favorevole, sale nuovamente in cattedra con Mansueto, la cui doppietta personale vale il 4-2. Morgado torna dunque a ricorrere al portiere di movimento, stavolta interpretato da Bruna Borges. È una gara anche di strategia, e la brillante contromossa di Marzuoli è Mansueto power play. La scelta lo premia immediatamente, in quanto proprio la numero 12 serve una Lucileia involata sulla destra per il pesantissimo 5-2. Partita in cassaforte? Affatto. La speranza tiene a galla il Montesilvano, che con cuore e perseveranza riapre i giochi con Manieri e Taty. Il match, prevedibilmente, si trasforma a questo punto in un vivace arrembaggio collettivo. A tre minuti dalla fine, Rozo si divora un gol già fatto. Il pareggio arriva comunque: a meno di un minuto dalla sirena, Manieri fa 5-5. È una partita pazzesca e Lucileia, di pallonetto, quando mancano soltanto 34 secondi, trafigge Dibiase e regala la finale al Bitonto.