Sulmona, Marignetti esulta... due volte: "Che promozione! Dopo l'infortunio un'emozione speciale"

A una settimana di distanza non si sono ancora spenti gli effetti del trionfo di Faenza, che hanno sicuramente lasciato il segni nei ricordi dei protagonisti. Tra questi c’è certamente Simone Marignetti, che ha avuto la possibilità di coronare una stagione condizionata da un serio infortunio, tagliando il traguardo più ambito.


- Simone, quali sono le sensazioni che provi ancora oggi e come hai vissuto i momenti di questa incredibile promozione, arrivata contro qualsiasi previsione iniziale?


“Sono sensazioni fantastiche che difficilmente si potranno scordare negli anni, soprattutto quando arrivi a questi obiettivi con un gruppo spettacolare. La squadra è stata costruita per fare un campionato di livello e meritatamente siamo riusciti ad arrivare a questa meravigliosa promozione”.


- Avevi lasciato il Sulmona la scorsa estate, sei tornato col mercato invernale: una scelta felice... e vincente. Concordi?


“Assolutamente si, è stata una scelta vincente e felice. A Sulmona avevo lasciato compagni, amici e persone fantastiche che mi hanno riaccolto a braccia aperte. Pertanto ringrazio la società e il mister per avermi dato la possibilità di rientrare in questa squadra”.


- Quali sono state le peculiarità di questa squadra che nel corso del tempo ha costruito una mentalità vincente riuscendo a giungere all'obiettivo più importante nonostante una stagione che si protratta fino all'inizio di giugno? Soddisfatto dell'apporto che hai dato al gruppo?


“Le caratteristiche principali di questa squadra sono state la voglia di vincere, la voglia di fare sempre meglio e di imporre sempre il proprio ritmo e il proprio gioco. Ovviamente anche il gruppo ha fatto la differenza: siamo diventati amici oltre che compagni di squadra. Bisogna anche sottolineare il lavoro del mister, dello staff e anche della società che ci ha sempre fatto lavorare con la massima serenità.  Per quanto riguarda il mio apporto sono abbastanza soddisfatto visto ch, come hai citato, rientravo da un infortunio abbastanza serio e per essere arrivato a campionato iniziato non potevo chiedere di concluderlo in questa maniera”.