Syn-Bios, Marchese scalpita in vista dei play-off: ''Non li ho mai fatti, sarà un'emozione unica''

Un pivot che ha saputo ritagliarsi il suo spazio all’interno di un organico molto forte e nell’ambito di una stagione vissuta col profilo alto da tutta la sua squadra. Stiamo parlando di Niccolò Marchese, classe 1998, che quest’anno è tornato a far parte del Syn-Bios Petrarca. Marchese ha esordito con il Petrarca in C1 a 16 anni, per poi giocare due stagioni in B con la Fenice. E’ rientrato al Petrarca dove ha vinto un campionato di B e una Coppa Italia di cadetteria con giocatori quali Foglia, Maina e Arnaldo, facendo parte della rosa anche l’anno successivo, quello della vittoria in A2. L’attaccante poi si è fatto le ossa in B tra Vicinalis e Palmanova, per poi tornare al Petrarca nella scorsa estate. Anche per lui si aprono adesso, dopo un campionato avvincente, le porte dei play-off.

“Quest’anno è stato un sali e scendi di emozioni davvero incredibile, un grande girone di andata, poi abbiamo avuto qualche battuta d’arresto ma alla fine siamo riusciti a difendere un terzo posto che è un ottimo piazzamento in vista dei play-off – spiega Marchese - quando l’anno passato mi è arrivata la chiamata del Petrarca non ci ho pensato due volte. Per me fare la Serie A, a casa mia, e con una prospettiva triennale, è stato semplicemente fantastico. E’ l’opportunità che stavo cercando. Sono riuscito a ritagliarmi gli spazi che meritavo ma l’emozione più bella è stata giocare quei minuti contro Pesaro. E’ stato incredibile, al cospetto di quei campioni.”.

Adesso verrà il bello con la possibilità da sabato di giocarsi il tricolore contro le migliori squadre del futsal italiano. Si comincerà con la sfida alla Feldi Eboli. 

“Non vedo l’ora – conclude Marchese – l’obiettivo del Petrarca è lo stesso delle nostre antagoniste. Arrivato a questo punto della stagione tutte vogliono vincere e arrivare fino in fondo. Ci proveremo, non sarà facile perché la concorrenza è molto agguerrita, ma vogliamo provarci".


emme elle