Trozzi bacchetta il Montesicuro: ''Mi attendo che i giocatori si assumano le loro responsabilità!''

Non ha granché motivo di essere soddisfatto del pareggio con il Cagli il direttore generale del Montesicuro, Massimiliano Trozzi. E ne spiega i motivi nell'immediato post-gara, dopo il 3-3 che di fatto ha tagliato fuori dai giochi play-off il quintetto dorico..

“E’ stata una partita fotocopia di tante viste durante la stagione – commenta – con il primo tempo chiuso avanti nel risultato ed un secondo caratterizzato da un black-out direi completo. Sinceramente non vedo l’ora che finisca questa stagione perché è stata per mille motivi difficile e sono molto amareggiato di quello che è successo dal punto di vista tecnico".

Ma è un'analisi, quella di Trozzi, che va oltre il 3-3 di sabato.

"Questa squadra era stata costruita con ben altre ambizioni di classifica, ma queste cose ci devono far imparare che a volte, quando si compongono organici sulla carta forti, poi si va in campo in cinque contro cinque e se si è forti bisogna dimostrarlo proprio sul rettangolo di gioco. Quest’anno non lo abbiamo dimostrato quasi mai, tranne in due, forse tre occasioni, ma questo ci serve come società per imparare dove si sbaglia e nel futuro vedremo di migliorare diverse cose".

Trozzi invoca una piena assunzione di responsabilità da parte del gruppo per i risultati inferiori alle attese.

"Come società ce le stiamo prendendo da tempo e sarei contento se anche la squadra si prendesse le proprie, visto che nessuno fino ad oggi ha mai detto di aver sbagliato qualcosa. I giocatori forti sono anche quelli che sono uomini e di uomini veri, quest’anno, ne abbiamo avuti veramente pochi”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Montesicuro Tre Colli