breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

20/04/2021 18:16

Una decisione che va nella giusta direzione: nessuna sanzione al Bubi Merano per la rinuncia all'A2

Era giusto che andasse a finire così. Quando di mezzo ci sono problematiche che vanno oltre lo sport, situazioni che in un anno drammatico segnato ora per ora dalla pandemia, impediscono di poter sostenere regolarmente gli impegni di un campionato oneroso come quello di A2, e certe decisioni vengono prese anche e soprattutto per tutelare i giocatori-lavoratori, gli organi di giustizia sportiva non possono decidere diversamente.


Questo è stato fatto per il Bubi Merano, che il 6 aprile scorso aveva deciso di rinunciare alla prosecuzione del campionato di Serie A2 per tutta una serie di motivazioni (dal prolungato lockdown disposto dalla Provincia Autonoma di Bolzano all’impossibilità di rispettare la calendarizzazione dei recuperi posti in maniera ravvicinata dalla Divisione Calcio a 5), comunicandolo a piazzale Flaminio. Il giudice sportivo, l’avvocato Renato Giuffrida, ha riconosciuto le motivazioni addotte dalla società e ha disposto la non applicabilità del comma 7 dell’articolo 53 delle NOIF in fatto di sanzionabilità del club, decisione che è stata pubblicata sul comunicato ufficiale numero 1181 .



CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO N.1181



E adesso sarebbe cosa giusta che al Bubi Merano, che in virtù della rinuncia è stato declassato all’ultimo posto del girone A del torneo di A2, venga riconosciuta la possibilità di poter ripartire da un campionato a carattere nazionale, quanto meno quello cadetto. Ora che è intervenuta la determinazione del giudice sportivo sull’inapplicabilità delle sanzioni previste dalle NOIF in caso di rinuncia, che l’istituzione di piazzale Flaminio si adegui al provvedimento e conservi il posto ai giallorossi nell’organico almeno della prossima Serie B. E su questo crediamo che tutto il popolo del futsal sia concorde.