breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

18/06/2021 19:47

Una partita da sogno, la Meta vola in finale scudetto! La Came si piega anche ai cartellini rossi

Difficile descrivere cinquanta minuti così, bisognava viverli. Meta Catania e Came Dosson hanno dato vita, al PalaNinoPizza di Pesaro, alla partita più entusiasmante dell'anno, dimostrando entrambe di meritare la finale. Un verdetto però doveva arrivare, e sarà la Meta a giocarsi la finale scudetto contro la vincente di Italservice Pesaro-Feldi Eboli. La formazione siciliana passa 5-3, dopo essere stata avanti anche 4-0, con la Came che si è vista espellere sia Pietrangelo che Ditano. 

PRIMO TEMPO - La Meta Catania parte forte, imprimendo subito ritmo alla gara e facendosi vedere un paio di volte dalle parti di Pietrangelo con Venancio prima e capitan Musumeci poi. Il gol è nell'aria e al '6’ arriva: rimessa scodellata per il destro al volo potente e preciso proprio di Musumeci, nulla può Pietrangelo e Meta in vantaggio. All'8' la Came ha la chance per il pareggio con una bella conclusione di Juan Fran, con Dovara che tocca ed il pallone che finisce sul palo. La partita è bellissima, le squadre giocano splendidamente e all'11' azione bellissima della Meta con Baisel che serve sul secondo palo Venancio, che però spara alto da un metro. Al 14' altro punto di svolta del match: Pietrangelo, già ammonito, tocca con il braccio fuori dall'area di rigore e si prende il rosso, esattamente come accaduto ieri con Mambella. Esecuzione perfetto sul calcio di punizione per la Meta con Baisel che scatena il sinistro e la mette all'incrocio: è 2-0. Rocha si gioca subito la carta del portiere di movimento per provare a riaddrizzare la partita, ma a parte tanto possesso palla le occasioni non arrivano: all'intervallo Meta avanti 2-0.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo si apre con lo stesso copione, con la Meta che vola sulle ali dell'entusiasmo e crea subito due ottime chance per il 3-0, ma la Came punge con Murilo Schiochet. Anche il piglio della Came però è ottimo, con la squadra di Rocha che risponde colpo sul colpo. Ma la Meta, come detto, è cinica e spietata. Al 4' ecco il tris, contropiede perfettodella squadra si Samperi che finalizza con Venancio, che deve solo spingere in porta un pensantissimo tris. La Came subisce il colpo del 3-0 e la Meta affonda ancora, con Belsito che mette nella porta sbagliata nel tentativo disperato di salvare sull'ennesima splendida azione della Meta, che cala il poker. Rocha non ha più nulla da attendere, e arriva immediata la carta del portiere di movimento. Stavolta la mossa funziona perchè Schiochet libera il sinistro e infila all'incrocio dei pali su assist di Grippi: al 9' la Came accorcia sul 4-1. Il gol è benzina pura per la Came, che al 10' accorcia sul 4-2, ancora grazie al portiere di movimento, con il gol di Ugherani. La Came insiste,  la Meta si difende, ma per questa partita la sceneggiatura è da brividi e quasi allo scoccare del 19' Dener scaravanta un grande destro alle spalle di Dovara: il 4-3 vale i supplementari.

SUPPLEMENTARI - Il primo tempo supplementare si apre subito, nei primi secondi, con una chance per Fabinho, che spara alto da pochi passi con il destro. L'altra grande chance capita sul destro di Rossetti, bravo a prendere posizione profonda e scavalca Ditano con un pallonetto, trovando un clamoroso salvataggio di Thiago Grippi. E con una partita così pazzesca non poteva mancare l'ennesima colpo di scena: al 3' del supplementare duro intervento di Ditano fuori dall'area e rosso diretto per l'estremo difensore e Ronzani,  terzo portiere, tra i pali. Superiorità numerica e gol immediato: sul secondo palo buca Josiko che spinge subito in porta il 5-3. Il primo tempo supplementare si chiude con il palo colpito da Musumeci. Nei supplementari ovviamente Rocha si gioca la carta del portiere di movimento, ma la Meta tiene con ordine. I secondi scorrono, il risultato non si muove. La Came non riesce più a trovare il guizzo vincente: in finale scudetto ci va la Meta Catania.


META CATANIA-CAME DOSSON 5-3 dts (pt 2-0, st 4-3, pts 5-3, andata 1-2)  
META CATANIA: Dovara, Rossetti, Venancio, Josiko, C.Musumeci, Messina, Silvestri, Kuraja, L.Musumeci, Suton, Fabinho, Baisel, Biagianti, Rinaudo. All. Samperi
CAME DOSSON: Pietrangelo, Belsito, Juan Fran, Vieira, Grippi, Ronzani, Ditano, Bacchin, Azzoni, Dener, Ugherani, Bertoni, Schiochet, Espindola. All. Rocha
ARBITRI: Giovanni Beneduce (Nola), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), crono: Daniele Filannino (Jesi)
MARCATORI:  pt 5'36" Musumeci (M), 13'22" Baisel (M), st 3'56" Venancio (M), 5'05" Belsito (aut) (M), 8'40" Schiochet (CD), 9'54" ugherani (CD), 18'42" Dener (CD), 1ts 2'57" Josiko (M)

NOTE: Al 13'18" espulso Pietrangelo (CD) per somma di ammonizioni, a 2'42" del pts espulso Ditano (CD) per rosso diretto. Ammoniti Pietrangelo (CD),  Grippi (CD), Musumeci (M), Vieira (CD), Suton (M)