breaking news

17/05/2022 09:04

Una porta si chiude, un'altra si apre: Niccolò Giola saluta il Pavia e si accorda col Videoton Crema

Sono 55 i chilometri che separano Pavia da Crema. Quelli che separano la chiusura di un progetto vincente, culminato con il ritorno in Serie B, e l’inizio di un’altra storia sportiva che potrebbe riservare i medesimi traguardi da raggiungere, forse anche più ambiziosi visto che il nuovo club di Niccolò Giola è presente sulla scena nazionale ormai da cinque stagioni. Questa la sintesi di quanto si è consumato negli ultimi giorni, con i saluti tra Giola e quel Pavia che dalla C2 ha riportato in un triennio nella cadetteria italiana, e poi la successiva stretta di mano, cementata ieri, con i vertici del Videoton Crema che con l’arrivo di Giola hanno subito colmato il posto sulla panchina che fino al termine dell’ultimo campionato aveva occupato Angelo De Ieso.


Il post pubblicato dal Pavia sulla sua pagina facebook non lasciava adito a interpretazioni: un comunicato di fine rapporto e di ringraziamento per il grande lavoro portato avanti da Giola non solo con la prima squadra, approdata ad una storica Final Four di Coppa Italia e neopromossa in Serie B, ma anche con una Under 19 che si è popolata di nuovi e promettenti talenti, alcuni dei quali subito valorizzati in prima squadra.


LEGGI QUI IL POST UFFICIALE DEL PAVIA C5


Ieri il cerchio si è chiuso. Il Videoton ha annunciato Niccolò Giola come il nuovo allenatore della prima squadra cremasca in sostituzione di Angelo De Ieso: la foto con la stretta di mano tra il neo-trainer e il presidente Igor Severgnini è la certificazione del nuovo progetto avviato a Crema a tinte rossoblù. Che ha tutte le arie di essere un progetto vincente affidato a un allenatore vincente.


LEGGI QUI IL COMUNICATO UFFICIALE DEL VIDEOTON