Vincere e sperare. Ma al Lanciano potrebbe non bastare. Massimini: ''Facciamo il nostro. E poi...''

Siamo arrivati alla fine del cammino e purtroppo quello che appariva un risultato fattibile, ossia l'accesso ai playoff, rischia di non realizzarsi per un Futsal Celano costretto a fare i conti con una classifica amarissima sul piano del distacco dal podio. A capitan Nicola Massimini abbiamo chiesto su è stata analizzata la situazione e che cosa saranno chiamati a fare i rossoneri di Simigliani per cercare di scongiurare questa autentica beffa.


“Purtroppo il rischio di non fare i playoff è reale. Adesso oltre che da noi dipende anche dagli altri. Noi innanzitutto siamo costretti a vincerle entrambe e poi dobbiamo sperare in qualche passo falso di chi ci precede”.


L’obiettivo è contenere il ritardo entro i dieci punti che invaliderebbero la post-season alla quale punta il Lanciano dopo una stagione comunque giocata su livelli elevati. La squadra di Simigliani domani è attesa dalla gara interna con un Orione Avezzano che ha ormai mollato gli ormeggi.


- Chiaro che tocca vincere e poi guardare ai risultati degli altri campi: capitano, senti di essere ottimista?


“La partita di domani nasconde delle insidie, perché noi siamo costretti a fare risultato per alimentare il sogno playoff, al contrario incontriamo una squadra che può giocare a mente libera: insomma, sono le partite più difficili. Ma dobbiamo vincerla assolutamente e poi magari a fine gara trovare qualche risultato a noi favorevole”.


Contro l’Orione resterà fuori lo squalificato Travaglini e anche Palmerio sarà out per motivi di lavoro. Per Simigliani dovrebbe esserci il recupero di Mattia Di Giulio.


“Per noi - chiosa Massimini - è una pedina fondamentale”.